Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Goooood mooorning Libia ! Come in Vietnam, gli americani scappano a gambe levate.

(G.F.) - Chi non ricorda la foto dell'ambasciatore americano a Saigon che prende la bandiera ripiegata dai marines e sale sull'elicottero che decolla immediatamente? E' divenuta il simbolo di una guerra, Quell'elicottero, l'ultimo, che se ne andava lasciando a terra decine di migliaia di vietnamiti che avevano collaborato con loro. Che avevano creduto in loro. Come sappiamo sono finiti tutti in campi di rieducazione, dove hanno imparato ad apprezzare le gioie del socialismo reale. L'intero sud-est asiatico venne abbandonato dagli americani ai macellai con la bandiera rossa. Se avessero aiutato i francesi, a suo tempo, magari le cose sarebbero andate diversamente ma l'avidità a stelle e strisce esigeva di sostituire gli europei nelle loro ex colonie ed è andata come sappiamo. E la storia adesso si ripete...pari pari. Da ieri la bandiera a stelle e strisce non sventola più a Tripoli. Dietro i muraglioni della rappresentanza diplomatica americana regna il silenzio. Ambasciatore, diplomatici, funzionari e marines hanno fatto i bagagli e se la sono data a gambe, esattamente come a Saigon. Sono saliti sui blindati, hanno formato una lunga colonna e, alle prime luci di ieri, si sono diretti verso la frontiera tunisina. Uno sciame di droni, una coppia di F16 e un aereo V-22 Osprey con due squadre di marines pronte a scendere a terra hanno fatto da cornice al ripiegamento. «Gli Stati Uniti e la comunità internazionale hanno un impegno con il popolo libico. Voi avete vinto la vostra rivoluzione. Noi ora saremo al vostro fianco mentre voi costruirete un futuro di dignità, libertà e opportunità» - promise Obama ai libici il 20 ottobre 2011. Bugie. Come sempre.

la fuga dall'ambasciata di Saigon...

la fuga dall'ambasciata di Saigon...

Condividi post

Repost 0