Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog

IL CAZZONE AMERIKANO, OVVERO L'UOMO COL CULO IN FACCIA...Dopo le condanne per plagio per il suo "capolavoro" Gomorra, un'altra tegola si abbatte sulla crapa pelata di Roberto Saviano, lo scortatissimo pseudo scrittore-fenomeno divenuto il feticcio di milioni di italiani ormai totalmente rimbecilliti. Al processo per le minacce (da cui le scorte milionarie che gli hanno dato notorietà) che il giovanotto ed una giornalista del Mattino (una Saviano in gonnella) avrebbero ricevuto dai boss della camorra, sono andati tutti assolti. Tutti meno un avvocato condannato a un anno (per giustificare la spesa del processo) e che in appello profetizziamo verrà prosciolto anche lui. Il caso Saviano si rivela sempre più una montatura mediatica per dare vita a un cinico fenomeno editoriale che è solo una macchina per fare soldi (non per nulla il giovanottino nasce Mondadori, ovvero Berlusconi). Lo "scrittore" si è dichiarato parzialmente soddisfatto. De che? Aggiungiamo noi.....

IL CAZZONE AMERIKANO, OVVERO L'UOMO COL CULO IN FACCIA...Dopo le condanne per plagio per il suo "capolavoro" Gomorra, un'altra tegola si abbatte sulla crapa pelata di Roberto Saviano, lo scortatissimo pseudo scrittore-fenomeno divenuto il feticcio di milioni di italiani ormai totalmente rimbecilliti. Al processo per le minacce (da cui le scorte milionarie che gli hanno dato notorietà) che il giovanotto ed una giornalista del Mattino (una Saviano in gonnella) avrebbero ricevuto dai boss della camorra, sono andati tutti assolti. Tutti meno un avvocato condannato a un anno (per giustificare la spesa del processo) e che in appello profetizziamo verrà prosciolto anche lui. Il caso Saviano si rivela sempre più una montatura mediatica per dare vita a un cinico fenomeno editoriale che è solo una macchina per fare soldi (non per nulla il giovanottino nasce Mondadori, ovvero Berlusconi). Lo "scrittore" si è dichiarato parzialmente soddisfatto. De che? Aggiungiamo noi.....

Condividi post
Repost0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti: