Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog

Il "vaffanculo" di Rossella: la scuola italiana, ovvero come ti erudisco il pupo

Capita che ad Adria, durante un dibattito con rappresentanti della Caritas (Dio ce ne scampi e liberi...) in una scuola, che poi qualcuno mi deve spiegare per quale motivo certa gente deve essere invitata a fare comizi senza contraddittorio, una studentessa del pubblico, sicuramente non allineata politicamente, ha osato dire qualcosa non previsto dagli schemi mentali del politicamente corretto.

Nulla di trascendentale, una ovvietà quasi banale. Infatti ha semplicemente detto che un contesto che vede sempre più immigrati disposti ad accettare paghe da fame, non potrà, come logica conseguenza, che far precipitare i salari medi dei cittadini italiani che presto andranno fuori dalle nuove logiche del mercato del lavoro. O forse sarebbe meglio dire mercato degli schiavi.

Non ci voleva una laurea in sociologia per capirlo e nemmeno un master in cazzologia applicata. Certo che no. Tutti lo possono comprendere, il colto e l'inclita, il bianco e il nero, il cristiano e il musulmano, perfino il mio cane può capirlo e perfino i comunisti, che è tutto dire, ma il problema dei comunisti è che certe cose, pur se vere, non si devono assolutamente dire.

Gli immigrati rappresentano la loro scommessa sul futuro, la risorsa insperata per mantenere il cadreghino incollato ai loro culi flaccidi (altro che Lady like). Un elettorato nuovo di zecca, portato qui a caro prezzo dalla nostra "gloriosa" Marina militare, e con il quale intendono gradualmente sostituire gli italiani, che seppur cefalolesi li voteranno ancora per poco. E lo sanno...capperi se lo sanno.

Quindi colpo di scena, ed ecco che il preside, infuriato dalla scomoda seppur banale verità rivelata, sospende l'incauta studentessa che aveva osato disturbare la liturgia cattocomunista in corso,violando il mantra della Caritas e rompendo l'atmosfera melensa e soporifera da "volemose tutti bene" che era poi lo scopo ultimo dell'infame convegno.

Salvini ha scritto che chiederà un incontro con questo preside, esperto e raffinato educatore e vero campioncino di democrazia e di libero pensiero. Io sinceramente spero faccia anche di più. Pur comprendendo che non lo può proprio prendere a calci nel culo come meriterebbe, spero che Salvini usi tutti i mezzi possibili per far sospendere e punire come merita questo insulso dittatorello, che usa la scuola pubblica per diffondere un pensiero unico dominante e indottrinare chi la pensa diversamente.

Spero poi che queste mie righe le leggano tutti, anche quei ridicoli radical chic (chic de che, poi non l'ho ancora ben capito..) di sinistra, elettori del PD, che ancora sostengono essere falso che la scuola italiana sia sotto il totale controllo della sinistra e a suo esclusivo uso e consumo. Dai testi scolastici ai piani didattici. Una vergogna scandalosa.

La vera storia italiana la insegnerò io ai miei figli, non certo gli insegnanti di oggi che la prima cosa che fanno è mettere in bocca ai bambini "O bella ciao", che porta pure sfiga, tra l'altro. A voi insegnanti ignoranti, lobotomizzati e anche un po' stronzi/e, va dunque oggi il mio vaffanculo più caloroso e sentito. A voi poveri tonti/e di mamma vostra e ovviamente a chi vi ha ridotto in questo stato penoso.

Condividi post
Repost0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti: