Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog

Il "vaffanculo" di Rossella: la vergogna della nostra giustizia ingiusta

In questi giorni si è consumata un' ennesima vergogna della giustizia (si fa per dire) italiana. Un ladro entra in casa altrui, di notte, per rubare. Una cosa normale secondo alcuni. Quest'uomo è un delinquente straniero, tanto per cambiare. Un pregiudicato con una lista di precedenti penali infinita, nonostante ciò rigorosamente a piede libero e dedito alla sua attività abituale, che è poi il motivo per il quale vengono nel nostro paese: il crimine.

Il padrone di casa lo ha sorpreso mentre entrava in camera della figlia di soppiatto e non mi meraviglierei se ci fossero state anche altre intenzioni. Fortunatamente, questa volta, non le leggeremo sul giornale, nella solita cronaca di rapina con sevizie e stupri, perchè il papà della ragazzina lo ha ammazzato con una fucilata. Poi, sconvolto per l'accaduto e forse consapevole di trovarsi in Italia nel 2014, ha commesso il grave errore di disfarsi del corpo gettandolo nel Volturno. Per questo è stato condannato in primo grado a dieci anni. E già ci sarebbe da obiettare a una giustizia che non ci consente nemmeno di difendere le nostre case e i nostri figli.

Ma le sorprese di questa storia non sono finite. Anzi quanto avvenuto è solo il prologo di quanto di osceno è avvenuto dopo.

E già, perchè il delinquente, prima di "andare al lavoro", aveva detto alla moglie dove sarebbe andato con i suoi complici a rubare e seviziare (di solito questi furti finiscono sempre in tragedia) e la compagna del criminale, non vedendolo rientrare, ha fatto ciò che qualunque moglie farebbe in questi casi. Ha chiamato i carabinieri.

Avete capito bene. La "signora" ha proprio chiamato i carabinieri. A tanto siamo giunti in Italia.

La balistica ha poi confermato che il cittadino assalito gli ha sparato DI FRONTE e mentre il delinquente avanzava verso di lui. Quindi in una lampante condizione putativa di pericolo per la propria incolumità. Ovvero la condizione in cui è consentito esercitare il proprio diritto alla legittima difesa. Resta il fatto del non avere chiamato subito le forze dell'ordine, disfacendosi del corpo. Ma dieci anni? Non saranno un po' troppi?

In qualunque paese normale, questo signore verrebbe punito per la vicenda del cadavere, qualche mese con la condizionale, e la moglie del criminale arrestata con l'accusa di favoreggiamento.
Ma non siamo in un paese normale.

Siamo nell'Italia del PD! E qui da noi i delinquenti stranieri appartengono a comunità protette che si apprestano a divenire legalmente italiane. Le mitich "risorse boldriniane", i famosi "nuovi italiani", con uno status migliore di quelli originali, visto che a loro è consentito tutto e presto andranno anche a votare, e per i comunisti che sostengono i terroristi dei centri sociali, sostenere e fidelizzare questa gente è la.scommessa del futuro. Il nuovo "eldorado" di questi imbecilli che poi verranno incaprettati pure loro dall'Al Baghdadi di turno, ma intanto si illudono di avere trovato la base infrangibile del potere. I "nuovi italiani" che votano per loro.

Siamo nell'Italia del PD. Un paese nel quale i rapinatori albanesi avvisano le mogli di chiamare i carabinieri se tardano dai loro crimini. Fosse mai che qualche vittima si ribella.

Siamo nell'Italia del PD, che condanna la vittima a dieci anni di galera e al pagamento di cinquantamila euro di danni alla moglie del criminale.

Badate, non sto mica scherzando eh!

Siamo nell'Italia del PD. L'Italia di quella zecca comunista criptocefalica che ieri sera su La7 col suo sorrisino da imbecille declamava a Salvini le qualità e i pregi di zingari, rom. sinti e caminanti, ai quali secondo lei, è doveroso che gli italiani paghino le bollette.
E chissenefrega se ci sono migliaia di cittadini italiani che alla prima bolletta del gas per il riscaldamento andranno a impegnare la propria fede matrimoniale per pagarla...

Questa è l'Italia del PD ragazzi, e mi raccomando, continuate a votarli. Oggi il mio vaffanculo, con tutto il cuore, è proprio per voi che dentro la cabina elettorale avete il coraggio di fare una croce su quel simbolo maledetto. Lo fate, poi vi vergognate e non avete nemmeno il coraggio di ammetterlo, come ai bei tempi della DC. Ma non è il delitto perfetto, perchè vi si legge in faccia e io lo so che razza di stupidi figli di puttana siete. Nemmeno capaci di assumervi le vostre responsabilità. Ma non rovinerete l'Italia, perchè ci siamo anche noi ed è con noi che alla fine dovrete fare i conti. E vedrete che bella sorpresa. E vaffanculo un'altra volta.

Condividi post

Repost0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti: