Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog

Movimento 5 inciuci: fa eleggere una paladina dell’Euro alla Corte Costituzionale inciuciando col PD



di Gianni Candotto -

Il Movimento 5 stelle ha dimostrato per l’ennesima volta di essere il partito più inaffidabile e ambiguo del panorama politico italiano. Già da subito Grillo aveva iniziato presentando come “novità” Stefano Rodotà, un vecchio rottame del PCI, poi si era distinto dicendo in piazza di essere contro l’immigrazione clandestina mentre in parlamento votava per l’abolizione del reato di clandestinità (che sicuramente ha dato un incentivo psicologico all’aumento di clandestini nel nostro Paese), ma è sulla questione euro ha dato il peggio di sé.

Un anno fa il guru Casaleggio aveva dichiarato che l’euro non era il problema e per vantare i benefici della moneta unica aveva usato la curiosa tesi che grazie all’euro i viaggi all’estero costano di meno (le vacanze all’estero, come è noto, sono il primo problema degli italiani), dopodiché quest’anno avevano mutato la posizione di 180 gradi ed erano diventati per l’uscita dall’euro, furbescamente condizionando però la posizione a un incostituzionale e impossibile referendum.

Tutto finito? Niente affatto. Adesso i grillini hanno fatto eleggere la grande paladina dell’Euro proposta dal PD Silvana Sciarra alla Corte Costituzionale. Il professor Antonio Maria Rinaldi nella sua pagina FB ha così commentato la scelta dei 5 stelle: “Chi mi aiuta a capire perché il M5S prima (nel senso dopo molto tempo e per ultimo) si schiera per l'uscita dall'euro, anche se condizionandolo a un referendum, e poi vota alla Corte Costituzionale per Silvana Sciarra, in quota PD, ma soprattutto eurista di ferro che in confronto Ciampi, Prodi, Monti, Letta e Draghi appaiono come sostenitori della Lira? Qualcosa non mi quadra!”

Anche il professor Claudio Borghi si è “complimentato” coi pentastellati su Twitter: “io vedo che appena avete potuto dire la vostra avete votato un’eurista. Bravi! Il prossimo sarà Juncker?”.

Ed effettivamente qualcosa non quadra. O forse quadra benissimo: infatti in cambio il PD ha appoggiato il candidato grillino Alessio Zaccaria al Consiglio Superiore della Magistratura.

Insomma i 5 stelle appoggiano la donna del PD da una parte, in cambio il PD appoggia l’uomo dei grillini dall’altra. Una volta si chiamava inciucio. Non male per gli "apriscatole" che avrebbero dovuto cambiare l'Italia. Imparano in fretta.

Condividi post
Repost0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti: