Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog

Il "vaffanculo" di Rossella: i "partizanski" dell'Anpi e il Buon Natale

Cara ANPI,
la memoria (tua e dell'anima di chi non te lo dice...capisci a me) batterà anche nel cuore del futuro, ma le tue mani continuano a battere cassa nello stesso portafoglio del passato e anche nel 2013 hai avuto in dote un bel gruzzoletto elargito da noi contribuenti.

Ora ammetto di non essere una tua accesa fan, anzi, ammetto che quando leggo i tuoi comunicati stampa che fomentano centri sociali e collettivi che nel nome della resistenza sfasciano, occupano, devastano e imbrattano la città, io vivo a Bologna, mi innervosisco parecchio e devo anche confessare che quando osservo la tua pervicace ostinazione nell'oscurare i crimini della resistenza mi sale pure la bile, ma sapere che i miei soldi vengono spesi per mandare gli auguri di Natale mi fa proprio salire un istinto omicida.

Devo essere sincera pensavo che con i 21.000€ che il Comune di Bologna elargisce tutti gli anni al Comitato Provinciale Resistenza e della Lotta alla Liberazione avessimo già contribuito a sufficienza alla vostra causa, che sarà pure nobile, (un punto di vista, peraltro, sul quale si potrebbe discutere parecchio) ma non certo economica. Ora mi domando a cosa serve tutto ciò? Sarebbe bene capirlo, perchè l'unico apparente motivo della vostra esistenza in vita è la garanzia di qualche voto in più ai partiti di sinistra. Veramente un "nobile" scopo, a fronte del quale ricevete dai vostri compagni (di merende) succose prebende economiche. Un vero sperpero di denaro pubblico ingiustificabile, specialmente di questi tempi.

Eh sì, anche se siamo gli unici a farlo nel mondo, passi pure che il 25 Aprile si celebri il giorno che abbiamo perduto la guerra, ma che dopo 70 anni, cogliendo ogni pretesto, continui imperterrita la costosa autocelebrazione di questi cialtroni, rinnegati e traditori, è tra il comico, il demenziale e l'autolesionista. Un metodo tafazziano di riscrivere la storia, e oggi il mio vaffanculo di tutto cuore è dedicato proprio a loro, ai partizanski (che Dio li maledica dove stanno) che in fatto di assassinio e crudeltà non furono secondi a nessuno e le peggiori e più efferate nefandezze e crudeltà le commisero proprio i comunisti, anche in danno di altri poveri cialtroni cattolici e liberali anch'essi renitenti alla leva ( che alla fine di questo si trattava l'andare in montagna, altro che libertà....).

Adesso i partizanski (ma quanti ne sono rimasti vivi, si può sapere?) si sono inventati pure gli auguri per giustificare i soldi che beccano e come al solito, anche su questa ennesima pagliacciata dell'ANPI se ne stanno tutti zitti. Io no cari compagnucci, io non sto zitta. Figuratevi se io sto zitta.... e quindi vi mando dritti dritti a fare in culo, voi e tutta la razzaccia vostra dannata, e aggiungo anche che per voi non c'è salvezza.
Siete senza speranza, senza possibilità di recupero, Ma d'altronde, se così non fosse, non sareste comunisti, sareste esseri umani anche voi.
Vaffanculo a partizanski e dintorni quindi e Buon Natale a tutti gli altri...con la speranza che il buon Dio ci liberi da questa spazzatura umana

Condividi post
Repost0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti: