Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog

Non dimentichiamo chi uccise Ettore Muti con un proiettile alla nuca.

SONO SEMPRE GLI STESSI DI ALLORA, PRONI AL PEGGIORE POTERE POLITICO...

Continua l'efficientissimo lavoro dell'ufficio stampa del Ros dei Carabinieri che ha provveduto a diffondere dopo le trascrizioni anche i video delle intercettazioni ambientali nelle sale colloqui delle carceri dove sono detenuti Lele Macchi e Giovanbattista Ceniti, accusati del fallito sequestro con omicidio di Silvio Fanella, il cassiere di Gennaro Mokbel. Il video dà qualche elemento in più della sintesi giornalistica diffusa nei giorni scorsi.

Secondo gli investigatori della polizia, Macchi esprime il timore di essere eliminato e "manifesta il rammarico di essere stato tradito ed abbandonato anche dai suoi legali e che dietro a ciò ci sia una precisa regia". In un diverso passaggio della conversazione la moglie spiega: "So tutti terrorizzati, non si può più parlare con nessuno, hanno detto che mettono i trasponder sotto le macchine... vabbè, fanno le indagini, lo sapevamo, che è cambiato?...dico chi è che sparge sto terrore a Roma?". Macchi chiede e la consorte risponde: "Eh, i soliti.." e a questo punto "la donna con la mano si copre per un attimo l'occhio destro, per indicare al marito, sembrerebbe, l'identità del "Cecato", ossia Massimo Carminati". Nel video spuntano due nomi "tagliati": il regista del complotto ai danni di Macchi e una dei "terrorizzati". Due nomi pesanti, rispettivamente Gennaro Mokbel e Francesca Mambro. E Macchi conclude lo scambio di battute con la sua compagna con una amara considerazione: "Stanno tutti a salvarsi il culo. Abbiamo sbagliato io ed Egidio a considerare anime sta gente"

Trovo inquietante la divulgazione di materiali investigativi in cui è evidente che chi parla sa di essere registrato (ma pensa solo a microfoni e non a telecamere: il gesto della donna di mimare il 'cecato'...). Come se si avvertisse l'esigenza di rafforzare la narrazione iniziale della "fascio-mafia" quando in tutta evidenza il bubbone portato allo scoperto è piuttosto un fenomeno di affarismo politico erettosi a sistema corruttivo trasversale in cui il ruolo della "criminalità nera" è subalterno.

Fonte:http://www.fascinazione.info/2014/12/omicidio-fanella-e-mafia-capitale-nelle.html

Condividi post
Repost0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti: