Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog

 

 

(Gianni Fraschetti) - Ricordate chi è Victoria Nuland? No?

Allora ve lo ricordo io. Victoria Nuland, nata Nudelman - e chi vuole intendere intenda - e coniugata Kagan, è la Vicesegretaria di Stato USA per gli affari europei ed asiatici. Ha raggiunto la notorietà con il grande successo ottenuto in Ucraina dove tra lei e Soros hanno ridotto a un inferno una nazione che aveva i suoi problemi ma almeno viveva in pace. Nel vecchio continente è nota inoltre al grande pubblico per l'elegante espressione utilizzata nel corso di una telefonata con l'Ambasciatore ucraino, malauguratamente per lei registrata dai russi. Fuck the European Union! 

Insomma, una picchiatrice a tutto campo. Ma anche suo marito non scherza, Robert Kagan,  è infatti il principale teorico della guerra permanente neocon: membro influente di una mezza dozzina di importanti fondazioni culturali (dalCouncil on Foreign Relations alla Brookings Institution al Carnegie Endowment for Peace), opinionista del Washington Post,Wall Street Journal,New Republic eCommentary, è stato membro-fondatore del think tank  Project for a New American Century, da cui nel 2000 uscì il progetto di riarmo totale americano, con l’auspicio di una nuova Pearl Harbor per convincere l’opinione pubblica della necessità delle enormi spese belliche. Necessità che è stata poi soddisfatta con l'11 Settembre, guarda un po'...

E che la nostra Victoria sia una picchiatrice lo ha dimostrato anche nei Balcani, dove la destabilizzazione della Macedonia, eseguita dai terroristi dell’Esercito di Liberazione del Kossovo (UCK) e dagli agenti delle “rivoluzioni colorate”, porta le inconfondibili firme sue e  del suo sodale George Soros. Osservatori dalla Russia e dalla Serbia denunciano che obiettivo della destabilizzazione è sabotare il gasdotto “Turkish Stream”, che dovrebbe portare il gas russo in Turchia e Grecia e, attraverso la Macedonia, in Serbia. Il progetto è osteggiato dal Dipartimento di Stato USA, però, e dunque... 

Anche se la questione è già rilevante così, l’amministrazione Obama persegue lo scopo più ampio di impedire che l’Europa si allacci alla politica della Nuova Via della Seta e dunque il processo di destabilizzazione deve necessariemente essere più ampio e travolgere altre nazioni che vivono in pace.

Washington continua a giocare la carta etnica nei Balcani, come continuazione della politica inaugurata con la guerra NATO contro la Serbia nel 1999. Questo include il dispiegamento dei terroristi dell’UCK nel disegno della “Grande Albania”, che includerebbe l’Albania, il Kosovo (il simpatico stato canaglia, presieduto da un criminale, che Clinton ci ha graziosamente regalato) e parte della Macedonia.

Questo è dunque il contesto nel quale Victoria, avviate bene le pratiche ucraina e macedone, va cercando altra carne fresca da sbranare e pare proprio che l'abbia trovata. Durante un discorso molto duro, nel suo stile, al Central Europe Strategy Forum di Washington contro certi leader  ha infatti attaccato con minacciosa violenza e in maniera tale che tutti hanno tranquillamente identificato il nuovo obiettivo del Dipartimento di Stato USA.

Si tratta di Victor Orban, il premier ungherese. Ovvero colui che, forte dei voti del suo popolo,ha avuto il coraggio di pronunciare eresie come ... Non credo che la nostra appartenenza alla UE ci impedisca di costruire un nuovo Stato anti-liberale,su fondamenti nazionali...e inoltre ha apertamente criticato le sanzioni euro-occidentali contro Mosca.

Non la poteva passare liscia. Ed ecco qui sotto il commento di Maurizio Blondet ad alcuni dei passaggi più interessanti del discorso della Noland.  Prepariamoci dunque al peggio che la banda Soros sta già scaldando i motori.

In questo Eden,c’è però una macchia. Un serpente nel paradiso terrestre neocon, anzi un cancro. La Nuland non fa i nomi, ma, minatoria, intima "...Oggi domando a questi leader: come potete dormire la notte sotto protezione (sic) dell’articolo 5 NATO , mentre di giorno promuovete la democrazia illiberale, eccitate il nazionalismo, restringete la libera stampa, o demonizzate la società civile..?"
L’ultima frase, demonizzazione della società civile, allude al trattamento che il Governo Orban riserva alle ONG straniere, pagate e inviate da CIA, Dipartimento di Stato e Soros per... espandere la democrazia... e identificate tout court con la società civile. Infatti, in un altro incontro a New York, a Nuland s’è lamentata,schiumando "...Dalla Russia alla Cina al Venezuela assistiamo a continue repressioni, al vilipendio del legittimo dissenso come sovversivo.In posti come l’Azerbaijan, le leggi vigenti rendono incredibilmente difficile alla ONG anche solo di operare. Dall’Ungheria all’Egitto, pesantissime regolamentazioni e aperta intimidazione bersagliano la società civile..."
Insomma non lasciano fare il loro lavoro alla Soros Foundation o al National Endowment for Democracy e a McCain, il fornitore ufficiale di armi del Califfo. Arrestano le Femen e Orban ha varato una Costituzione basata sulle radici cristiane del popolo magiaro, ha messo fuorilegge l’aborto, ha riportato la Banca nazionale sotto il controllo statale, riforme economiche e politiche incentrate sulla promozione della famiglia. Ciò, ci chiarisce definitivamente la Nuland in Kagan, è contrario ai nostri valori e configura un’apostasia dalla democrazia.

Maurizio Blondet

Condividi post
Repost0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti: