Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Le donne yazide sono le schiave sessuali preferite dai tagliagole dell'ISIS. Adesso dicono basta e imbracciano le armi..."Ci hanno stuprate, li uccideremo"

(Informare) - Hanno tra i 17 e i 30 anni, sono donne guerriere, tutte di etnia yazida che si sono riunite in un battaglione, le Sun girls (gli yazidi, infatti, adorano il sole e rispettano i culti della luce e della notte dello zoroastrismo), creato con lo scopo di combattere i terroristi dell’Isis. Ispiratrice di questo agguerrito gruppo di combattenti è Xate Shingali, ex cantante folk molto conosciuta nel suo Paese, che il 2 luglio scorso ha ottenuto un permesso speciale dal presidente curdo per formare un’unità combattente tutta femminile.

Xate ha raccontato in un’intervista al Daily mail la sua esperienza. Parlando dal campo profughi di Sharya ha spiegato che i camerati maschi la stanno aiutando per quanto riguarda l’addestramento, in particolare relativo all’utilizzo dei fucili d’assalto AK47: “abbiamo avuto una formazione di base. Servirebbe di più, ma siamo pronte a combattere in qualsiasi momento”. Insieme a lei c’è anche la recluta più giovane del battaglione, la diciassettenne Jane Fares, fuggita da Sinjar quando le truppe del Califfato hanno invaso la regione: “anche se mi uccideranno – dice – potrò dire che sono una Yazidi. Siamo felici di combattere”.

Le yazide sono anche favorevoli a combattere accanto alle donne peshmerga che già da tempo sparano contro i guerriglieri dell'ISIS, come le appartenenti alla unità speciale femminile curda Ypg - impegnata anche nella liberazione e nella difesa di Kobane, la città siriana ai confini con la Turchia strappata all'Isis lo scorso inverno

La popolazione di etnia yazida è stata quella più colpita dalle violenze dei tagliagole dello stato islamico, che nel loro passaggio nella regione di Sinjar (Iraq nordoccidentale, vicino al confine con la Siria) hanno macellato rapito, violentato e ridotto in schiavitù migliaia di membri della loro comunità: si parla di circa 5000 morti e di almeno 500 sequestrati, tra donne e bambini. Ed è anche per vendicare quel sangue che le Sun girls sono pronte a fare la loro parte.

Condividi post

Repost 0