Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Insieme alle truppe sono arrivati i carri T90 "Vladimir", ovvero il carro da battaglia più efficace del mondo.

Putin ne ha spediti sei. Possono sembrare pochi, ma parliamo di mezzi talmente evoluti da modificare il quadro strategico. Anche con sole sei macchine. Considerate che l'Esercito russo ne schiera circa 300 in tutto.

(Informare) - Gli equipaggiamenti militari russi in Siria sono in grado di distruggere qualsiasi tipo di mezzo militare catturato dai combattenti dello Stato Islamico” (ISIS), compresi i carri armati “M1A1 Abrams”, scrive la rivista “The National Interest”.

La Russia ha anche inviato in Siria alcuni carri armati “T-90 Vladimir”. Per ora, l'unico utilizzo in battaglia del T-90 è stato durante l'invasione del Daghestan del 1999. Durante questa guerra un T-90 fu colpito sette volte da RPG senza subire danni significativi e restando operativo, il che la dice lunga in un contesto caratterizzato da contesti urbani.

Le probabilità che i mezzi russi si scontrino con i carri armati americani di ISIS sono relativamente piccole, tuttavia non possono essere trascurate. Ora gli "Abrams" si trovano in Iraq, tuttavia è possibile che vengano trasferiti in Siria, si afferma nell’articolo.

Nel caso di un possibile scontro, gli “Abrams” molto probabilmente non saranno all’altezza. In primo luogo i mezzi militari americani saranno guidati da uomini di ISIS senza competenze e senza l’addestramento necessario per poter manovrare questo tipo di carri armati. I “T-90″ russi saranno invece guidati da militari professionisti con tattiche militari studiate. Gli “Abrams” sono stati progettati per svolgere le proprie funzioni nell’ambito di forze armate convenzionali, e la formazione dei corpi corazzati e la condotta delle ostilità in questo formato richiedono un duro addestramento, di cui dispongono solo i militari russi e americani e di cui difettano i combattenti di ISIS, afferma “The National Interest”.

Condividi post

Repost 0