Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog

 

(Gianni Fraschetti) - Secondo una certa corrente di pensiero, non molto diffusa ma chiassosa e prepotente assai, la genitorialità è un diritto inalienabile di ogni essere umano e pertanto, in un modo o nell'altro, deve essere soddisfatto. Detta così non si comprende bene, ma se la si spiega meglio, se si aprono le pieghe di questa "civile" ununciazione di principio, viene fuori un marciume fetido di uteri  presi in affitto da donne abbrutite dalla povertà, di giri strani di cocktail di sperma, di inseminazioni che hanno più a che fare con un film horror che col progresso. E il nostro buon Bergoglio, tutto preso dai migranti,  ovviamente tace su tutto ciò. D'altronde chi mai è lui (parole sue) per mettere bocca in queste questioni. Come se natura spirituale ed etica non lo sfiorassero nemmeno. E poi,  presi come sono dalle scelte dei marmi dei nuovi bagni i Cardinali hanno altro per la testa che occuparsi di queste quisquilie.

Dunque, se la genitorialità è un diritto di tutti,  la famiglia, quella che credevamo di conoscere e riconoscere come tale (padre, madre, figli) non solo rappresenta unicamente una delle possibili varianti ma di fatto diviene anche un imbarazzante ostacolo lungo la strada del progresso e della civiltà nei rapporti interpersonali..

Si va verso i figli della chimica, i bambini sintetici. Da dcegliere su un catalogo, ordinare e pagare per vederseliu poi recapitati a doimicio. Se poi non piacciono si restituiscono come qualsiasi altro prodotto, come le regole del commercio impongono e come hanno fatto due ricchi omosessuali israeliani non troppo convinti del colore del bambino appena portato dal postino (dopo inseminazione in utero in affitto of course). Forse non si intonava bene con i divani di casa.

E con i figli della chimica se ne va affanculo, ovviamente, anche la mamma, divenuta ormai superflua, anzi fastidiosa nella malaugurata ipotesi di dovere, un giorno, spiegare al bambolotto di carne come funzionano le cose della vita.

Donne venditrici di ovuli, macchine gestanti, commercio di esseri umani. Ecco il nostro domani.

Ecco il progresso per talune facce da culo.

 

Condividi post

Repost0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti: