Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

(Nazzareno Mollicone) - Oggi è la cosiddetta "Festa della Repubbica". 

Si chiama così perchè il 2 giugno 1946 si votò sia per la scelta tra Monarchia (Savoia) e Repubblica, sia per eleggere l'assemblea costituente che avrebbe dovuto redIgere la Costituzione. E' quindi fare una riflessione su questi eventi:
1) la Repubblica vinse grazie ai voti dei Fascisti. Oltre all'intensa propaganda antisavoiarda fatta nei 18 mesi della Repubblica Sociale Italiana, l'ex-vicesegretario nazionale del Partito Fascista Repubblicano, Pino Romualdi, dalla clandestinità prese contatti con Togliatti, allora ministro della giustizia, per garantire i voti dei fascisti alla Repubblica in cambio di un'amnistia post-elezioni. E questo avvenne: almeno un milione di fascisti repubblicani votarono per la Repubblica, e poi fu fatta un'amnistia che liberò dal cercere alcune centinaia di fascisti incarcerati dopo la cosiddetta "liberazione";
2) all'assemblea costituente vennero eletti personaggi che in gran parte venivano anch'essi dall'esperienza politico-sociale-culturale fascista, distaccandosene solo dopo il 25 luglio 1943. In particolare, sia i cattolici "corporativisti" come Fanfani sia i comunisti anch'essi sostenitori della "corporazione proprietaria" come Ugo Spirito, inserirono nella prima parte della Costituzione molti articoli "sociali" contrastando i liberali;
3) infine, le norme "antifasciste" della Costituzione sono contenute in una disposizione "transitoria" che vieta la ricostituzione del partito nazionale fascista (che neanche Pavolini volle fare a Salò) ed impedisce per soli cinque anni l'elezione di ex-gerarchi fascisti. Tant'è che lo stesso Pino Romualdi fu eletto tranquillamente deputato, senatore e parlamentare europeo!
Quindi, chi dice che "la Costituzione è antifascista" dice una fesseria storica!

Condividi post

Repost 0