Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

(Saveryø Tœmmasy) - Prendi una frazione (Gorino) di un paesello (Goro) di 3000 anime. Prendi un prefetto che si sveglia la mattina e vuole mettere forzosamente degli immigrati dentro l'unica struttura alberghiera del luogo (ma la proprietà privata? Non era un caposaldo del mondo occidentale?). Prendi una comunità che si spaventa, perché anche lo scemo del villaggio ormai sa benissimo che le "donne incinta" sono il cavallo di troia per l'arrivo futuro di baldi bivaccatori cuffiodotati addetti a tappezzare la flora locale al grido di "boliamo dogumendo, boliamo lo wifi". Metti che poi questa comunità, in preda al panico, scenda in piazza, metta su due salsicce alla brace e blocchi la strada. Il risultato? Ovviamente il risultato è un bellissimo e iconografico articolo dell'HuffPost dove una giornalista che ci precisa che prima di essere -per l'appunto- giornalista è soprattutto una donna (che laurea si prende per essere prima di tutto una donna? Donnologia? Donnicultura?) afferma che quella frazione sperduta d'Italia e quella gente sono feccia. Questi scellerati 600 bianchi (perché "bianchi" viene proprio rimarcato, come fosse qualcosa di strano essere in bianchi in Italia) sono dei razzisti perché non vogliono nigeriani e ivoriani che scappano dalla miseria. Nell'articolo c'è anche un profondo studio sociologico per il quale la Nostra riesce a intercettare le marche dei piumini degli abitanti e quindi "gli italiani dicono di far la fame, ma i soldi per il piumino alla moda li hanno". Insomma, cari bianchi italiani, basta piangere e fottere alla napoletana, la crisi non esiste e i soldi li avete, asserisce la donna-prima-giornalista-poi dal suo salotto con la tisana alla curcuma agrumata fumante accanto al Macbook Pro da 2000 euro con Safari con 800 toolbar cinesi installate tentando di scaricare Candy Crush. "Presunti poveri con presunti disagi" vengono bollati donne e uomini di Golino. Mentre i migranti, ricordiamolo, "scappano dalla miseria". Eppure, eppure Wikipedia (e non una rivista online di fascioclericali nazisti) cita l'economia nigeriana come la 26esima al mondo e prima del continente africano e quella ivoriana come una "delle più prospere d'Africa". Infatti, di norma, questi viaggi "della speranza" Africa-Italia costano uno sproposito. Facciamo una ipotesi peregrina amici? Non sarà forse il progetto del mondialismo globalista quello di importare mano d'opera desindacalizzata dall'Africa per rifornire di nuovi schiavi le economie predatorie occidentali a danno dei cittadini autoctoni? Nooooo, troppo profondo, troppo lineare, molto meglio parlare del razzismo di Golino e di questa povera gente che, cito a memoria, "merita di stare tra le cozze e l'umidità che distrugge le case". Tu invece, amica mia, meriteresti ben altro, ma il mondo fa schifo ed esistono spazzaturifici come l'HuffPost che ti permettono di vomitare scemenze a pagamento. Che mestizia. Adieu.

 

Condividi post

Repost 0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti: