Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

(Gianni Fraschetti) - Immagino che avrete seguito la vicenda della targa in ricordo del martirio di Giuseppina Ghersi, la bambina tredicenne, catturata dai partigiani durante le "radiose giornate", massacrata di botte, violentata per tre lunghi giorni, finita con un colpo alla nuca e gettata sulla piazza del paese, Noli, vicino Savona, come un sacco di spazzatura. Sono passati 72 anni da allora e i concittadini della bambina, tormentati dal rimorso, hanno deciso di apporre una targa in ricordo della piccola martire. Non lo avessero mai fatto...questa faccia di merda che vedete nella foto, tal Samuele Rago, presidente provinciale dell'ANPI, è insorto come morso dalla tarantola. "Era una fascista" ha protestato, giustificando con ciò l'orrore che era avvenuto. Una fascista di tredici anni, si poteva torturare, violentare e ammazzare, secondo questa immondizia. Chiaramente, tolto il Direttore de Il Dubbio Carlo Sansonetti che ha avuto parole di fuoco, non una voce si è levata a sinistra per censurare il comportamento di questo essere immondo, che almeno un dubbio ce lo ha tolto, quando la merda più schifosa, puzzolente e infetta assume sembianze umane si presenta sotto questa forma. Guardatevelo bene.

Condividi post

Repost 0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti: