Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog

 

(Mauro Ammirati) - Boeri è la personificazione d'una cultura superata dalla scienza e dalla storia. Noi non dobbiamo preoccuparci che un giorno venga a mancare il denaro per pagare le pensioni (il denaro è l'unica risorsa al mondo di cui disponiamo in quantità illimitata, possono venire a mancarci anche l'aria e l'acqua, ma non il denaro, che può esaurirsi solo quando si esauriscono i numeri, cioè mai). Dobbiamo invece preoccuparci che, un giorno, il sistema economico non sia in grado di soddisfare la domanda di beni e servizi dei cittadini, quindi anche dei pensionati. Invero, questa è una preoccupazione solo teorica, perché, nei Paesi avanzati, la cosiddetta "economia della scarsità" è superata da almeno un secolo, il vero problema non è più la capacità produttiva, oggi siamo in grado di produrre mille volte i beni ed i servizi di cui abbiamo necessità. Il vero problema, nelle economie avanzate, non è più, da un bel pezzo, la produzione o l'offerta, ma la domanda, la distribuzione, il potere d'acquisto collettivo. Se gli anziani prendono pensioni troppo basse e se gli altri cittadini devono lavorare fino a 67 anni, il risultato sarà una pressione sulla domanda, una minore richiesta di beni e servizi. Ed il sistema produttivo sarà sottoutilizzato. Ciò che, infatti, avviene oggi. Se avessero dato buone pensioni ai nostri trisavoli, nella prima metà del XIX secolo, questo avrebbe potuto creare inflazione, perché la capacità produttiva di allora era, verosimilmente, insufficiente a soddisfare la domanda di beni e servizi. Il problema, a quel tempo, era la produzione. Ma negli ultimi 150 anni, la situazione si è rovesciata: se oggi non dai buone pensioni e costringi il lavoratore ad andare a riposo molto tardi, il sistema economico si blocca. Boeri e quelli come lui ragionano come se dal XIX secolo ad oggi non fosse accaduto nulla.

Condividi post

Repost0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti: