Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog

strag.jpg

La propaganda anti-Assad si serve di grandi nomi, tv potenti, accreditate e giornalisti di lustro.

E quando i giornali accreditati sono molto seguiti non occorre nemmeno il sensazionalismo tanto demonizzato dai lettori e se una notizia di propaganda è nutrita di sensazionalismo, non importa. L’uomo medio la filtra e la riconosce come “notizia certa“.

E’ quello che è accaduto alla BBC, tv inglese seguita in tutto il mondo. Organo di informazione principale per la propaganda anti- Assad. Per la BBC quell’immagine è stata scattata nella città siriana di Hula e testimonia il massacro che Assad avrebbe attuato nel suo stesso popolo per sedare le rivolte affamate di “democrazia”. Questa foto-shock sarebbe stata inviata, secondo la BBC, da alcuni attivisti in Siria.

Incredibilmente però, il fotografo autore di questo bellissimo scatto, emerge su facebook con un’accusa che mina alla buona fede della BBC e soprattutto della propaganda anti-Assad. E’ un Italiano e si chiama Marco Di Lauro. Quando ha scattato la foto era il 27 marzo 2003 a Al Musayyib, una città iraqena a 40 km a sud di Baghdad.

In quella zona infatti erano sparite dalle 10 mila alle 15 mila persone. Successivamente fu trovata una fossa comune con dei corpi sotterrati. Questi corpi furono portati in superficie, avvolti in teli di stoffa e allineati in una grande scuola della città per essere conteggiati. A quel punto i bambini cominciarono a correre tra i corpi diventando il soggetto ideale per i fotografi di guerra.

Qualcuno sta usando illegalmente una delle mie immagini per la propaganda anti-siriana in prima pagina del sito web della BBC“, con queste parole Marco di Lauro esprime il proprio sdegno su facebook. La famosa tv americana infatti ha pubblicato alle ore 7,00 am London sul sito web la foto del massacro, gridando al mondo i crimini di Assad.

Fonte EC planet

*************************************************************************************************************

Il comunicato di Marco di Lauro, il fotografo:

Somebody is using illegaly one of my images for anti syrian propaganda on the BBC web site front page

Today Sunday May 27 at 0700 am London time the attached image which I took in Al Mussayyib in Iraq on March 27, 2003 (see caption below) was front page on BBC web site illustrating the massacre that happen in Houla the Syrian town and the caption and the web site was stating that the images was showing the bodies of all the people that have been killed in the massacre and that the image was received by the BBC by an unknown activist. Somebody is using my images as a propaganda against the Syrian government to prove the massacre.

Al Musayyib, Iraq - May 27, 2003
An Iraqi child jumps over a line of hundreds of bodies, in a school where they have been transported from a mass grave, to be identified. They were discovered in the desert in the outskirts of Al Musayyib, 40 km south of Baghdad. It has been estimated that between 10,000 and 15,000 Iraqis had been reported missing in the region south of Baghdad. People have been searching for days for identity cards or other clues among the skeletons to try to find the remains of brothers, fathers, mothers, sisters and even children who disappeared when Saddam's government crushed a Shi'ite uprising following the 1991 Gulf War.

Marco Di Lauro
Photographer
Reportage by Getty Images

 

 

Qualcuno sta usando illegalmente una delle mie immagini per la propaganda anti-siriana in prima pagina del sito web della BBC

Oggi Domenica 27 maggio alle 0700 am ora di Londra l'immagine allegata, che ho preso in Al Mussayyib in Iraq il 27 marzo 2003 (vedi didascalia sotto) era prima pagina su BBC sito web che illustra il massacro che avviene in Hula città siriana e la didascalia e il sito web è stato affermando che le immagini stava mostrando i corpi di tutte le persone che sono state uccise nel massacro e che l'immagine è stata ricevuta dalla BBC da un attivista sconosciuto. Qualcuno sta usando le mie immagini come propaganda contro il governo siriano per dimostrare il massacro.

Al Musayyib, Iraq - 27 maggio 2003

Un iracheno bambino salta su una linea di centinaia di corpi, in una scuola in cui siano stati trasportati da una fossa comune,pei essere identificato. Essi sono stati scoperti nel deserto alla periferia di Al Musayyib, 40 km a sud di Baghdad. E 'stato stimato che tra 10.000 e 15.000 iracheni erano stati dati per dispersi nella regione a sud di Baghdad. Le persone sono alla ricerca di giorni per le carte d'identità o altri indizi, tra gli scheletri per cercare di trovare i resti di fratelli, padri, madri, sorelle e persino i bambini scomparsi, quando il governo di Saddam schiacciato una rivolta sciita dopo la guerra del 1991.

Marco Di Lauro

 Fotografo

 

Reportage by Getty Images

Condividi post

Repost0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti: