Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

 

                                                                                     di Gianni Fraschetti

 

uffici-postaliLa Bundersbank, in un recente studio sulla circolazione del denaro in Europa ha evidenziato che le restrizioni sull’uso del contante non sono pratiche ne’ naturali. Carte di credito e bancomat sono visti dai cittadini europei come un complemento, uno strumento per effettuare spese di un certo importo, magari da affiancare all’utilizzo della carta moneta,  non è inoltre nella mentalità degli italiani usarle  per le piccole spese.  E’ già dura adesso con il limite al pagamento in contanti a 1.000 euro, figuriamoci se lo dovessero portare a 300. Senza contare che la limitazione nell’utilizzo del contante lede gravemente  la liberta’ individuale del singolo individuo. Ma per quale motivo io devo essere obbligato a prendermi il bancomat e la carta di credito ? Perche’ di questo stiamo parlando. Di uno strumento finanziario e creditizio  che  assume all’improvviso lo status dell’assicurazione obbligatoria, che abbiamo visto poi com’e’ finita. E sto parlando delle tariffe che dovevano scendere e che sono invece finite alle stelle  ma questo è il folle progetto del Partito Democratico, sviluppato in piena sintonia con gli obiettivi del professor Monti,  mandatario del potere bancario: la tracciabilità dei pagamenti sopra i 300 euro. Per combattere l’evasione fiscale, dicono, e per rendere più semplice la vita dei consumatori, s’intende. Pensionati, casalinghe, studenti  e poveri cristi dovranno in futuro dotarsi di plastica, una  carta di credito o almeno  un bancomat, così da rendere più trasparenti le transazioni di denaro. Questa e' la scusa ufficiale,  quanto sostengono  il Segretario del PD ed  il Professore di Varese, senza nemmeno accennare ai costi  più o meno occulti che andrebbero a gravare su ogni singola transazione ed alla incredibile massa di denaro che verrebbe drenata in questo modo. E stiamo parlando di una cifra da capogiro, visto che   in pratica si prefigura uno scenario dove il sistema bancario entra con i piedi nel piatto dell’ intera movimentazione del denaro, prelevando un  “pizzo” dovuto per legge su ogni singola transazione.  Il che di per se costituirebbe abbondantemente uno scandalo.  Già adesso le banche spingono per scoraggiare l’uso del denaro, importunando il cliente con domande dal sapore inquisitorio allo sportello, ogni volta che ritira contante, ed  addebitando costose commissioni per i  prelievi presso gli Atm. Ma non c’e’ solo l’aspetto economico da considerare, se il progetto dei due compagni di merende andasse in porto, la vita di ogni cittadino diverrebbe ancor piu' controllata   dai sistemi elettronici dei quali ormai e' piena la nostra vita. Telecamere ovunque, telefonini, GPS portatili, antifurto satellitari ed ora il tracciamento di ogni nostra spesa che porta con se luogo e ora della transazione. La vita di un individuo viene cosi' messa ferocemente a nudo e posta sotto la lente di ingrandimento del potere.  I presupposti per questa ignominia sono gia’ stati creati e dal prossimo anno tutti gli esercizi commerciali dovranno dotarsi di Pos per accettare pagamenti in forma elettronica sopra i 50 euro. Preparato il terreno, resta solo da convincere i consumatori e si pensa di farlo in maniera coattiva, abbassando per decreto l’utilizzo del contante a 300 euro e poi gradualmente fino a 50, come invoca a squarciagola Bersani che ci pare strano non abbia  altro a cui pensare che a questo progetto che e’ divenuto ormai per lui  una vera ossessione. Il perche’ di tanta foga, pero', e’ presto detto. Le banche sono senza un centesimo e quindi tutte, di fatto, in bancarotta. Il Monte dei Paschi di Siena, gia' prima delle note vicende, si apprestava a chiudere 400 sportelli, mandando a casa 4.500 dipendenti  e non abbiamo idea di quale possa essere il nuovo piano industriale ma sospettiamo che la situazione sia notevolmente peggiorata e che le ricadute sull’occupazione saranno drammatiche. E le altre banche non e’ che se la passano meglio, dunque quella sul contante, piu' che una “una battaglia di civilta’” , come amava definirla l’ex  Presidente dell ABI ed ex capo supremo del MPS , Giuseppe Mussari, e' una battaglia di sopravvivenza nella quale hanno trovato il caldo appoggio del PD che aveva utilizzato l’Istituto di Siena come un Bancomat per alimentare il suo sistema clientelare. Allora MPS si era salvata unicamente per le distrazioni di Draghi e della Tarantola e per  l’intervento pronta cassa di Monti. Intervento pagato dal popolo italiano, ovviamente. Adesso, pero', la situazione e’ questa, le banche non hanno una lira, i partiti sono indebitati con le banche fino allo spasimo (il solo PD deve oltre 200 milioni di Euro)  e Monti quindi cosa escogita con l'entusiastico appoggio di Bersani ? Un Grande fratello elettronico che generera’ in automatico miliardi su miliardi di commissioni per il mondo finanziario, che a sua volta, immaginiamo,  ricambiera’ generosamente quello dei partiti suoi benefattori. Insomma,  una mega tangente che l’Italia intera dovra’ pagare ogni singolo attimo e per sempre al sistema bancario. Imponendo, de iure, l’uso della moneta elettronica, le banche estrarranno infatti,  senza fatica, miliardi di commissioni dalle più disparate spese quotidiane. Dal caffè al bar al giornale in edicola, dalla corsa in autobus al parcometro in città. Ai negozi di alimentari, ai supermercati, alle pompe di carburante, al vestiario ed a qualunque altra cosa voi acquisterete. Pagheremo la tangente su tutto. Soldi che si sposteranno virtualmente, semplicemente con l’uso di un telefonino, di una tessera magnetica, di un chip elettronico inserito nell’orologio da polso o da qualche altra parte, comportando al contempo la chiusura di centinaia di sportelli bancari, il licenziamento di migliaia di dipendenti ed un rialzo generalizzato dei prezzi di ogni articolo gravato da questo nuovo balzello. Uno scenario sempre piu’ orwelliano nel quale   la sinistra, complice e schiava ad un tempo, viene aggiogata al carro del grande capitale in una situazione di collusione scandalosa ma evidentemente per Bersani & C. arrivare al tanto agognato controllo sociale non ha prezzo e per tutto il resto ci sara’ Mastercard.

 

 

 

Condividi post

Repost 0