Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Non era mai arrivato così a Nord e ormai si è insediato in zone popolate, ma il piccolo magliaro fiorentino e la madonnina dei rifugiati se ne fregano e non prendiamo il benchè minimo provvedimento...

epi.jpg

Le autorità del Mali hanno annunciato il 3 aprile di aver registrato tre casi sospetti di febbre emorragica dovuti al virus ebola. I malati sono stati messi in isolamento.

Il virus ebola ha ucciso almeno ottanta persone in Guinea. Secondo l’ong Medici senza frontiere, presente sul campo, l’epidemia in Guinea è particolarmente pericolosa perché ci sono diversi focolai sparsi nel paese. Ebola provoca una febbre emorragica con una mortalità che può essere del 90 per cento. Segnalati otto casi sospetti in Liberia (di cui due confermati) e due in Sierra Leone. Il Senegal ha chiuso le frontiere. L’Arabia Saudita nega il visto ai pellegrini provenienti dai paesi colpiti.


(Fonti: Ccd/Who/Le Monde)

Tra il 1976 e il 2012 il virus ebola ha provocato la morte di 1.554 persone (su 2.345 casi confermati). Questa grave febbre emorragica è emersa per la prima volta nel 1976 nell’attuale Sud Sudan e contemporaneamente nella Repubblica Democratica del Congo. Esistono vari ceppi del virus: quello che ha colpito in questi giorni la Guinea è il ceppo Zaire, che ha il tasso di mortalità più alto.

Condividi post

Repost 0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti: