Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

ADG-colonnelli-AN.jpeg di Gianni Fraschetti -

 

A certe latitudini, il significato della parola vergogna e' andato, ormai, completamente perduto. La dignita' costa fatica,  evidentemente troppa per certi lazzaroni, che hanno quindi deciso che se ne puo' fare tranquillamente a meno. Peccato, perche'  la dignita non è un optional ma si dice che dovrebbe far parte del corredo originale di ogni essere umano, tanto piu'  se e' un politico. Specialmente se di destra, specialmente se di "quella destra", specialmente se, comunque si voglia considerare la questione, e' responsabile del disastro che ha cancellato "quella" destra dal panorama politico. E invece no. Questa indomita squadriglia  di  spericolati "novios de la muerte", che tanto aveva gia' fatto per la "destra" italiana, ha gettato via la dignita' con lo stesso sprezzo  del pericolo col quale un pilota di caccia rinuncerebbe al paracadute che lo impiccia nei movimenti. Dopo quanto e' accaduto, certi signori, certe ex prime file di quel brutto scherzo della natura che fu Alleanza Nazionale,  si supponeva ( e si sperava ) che avrebbero scelto posizioni molto piu' defilate, se proprio volevano continuare il loro impegno in politica.  Qualcuno glielo ha anche suggerito. Quella  classe politica, i colonnelli,  ha fallito in tutto, non e' stata capace, in vent'anni, di altro che di "nientismo". Zero idee, zero programmi, zero prospettive politiche. Salvo andarsi ad intruppare nel PPE,sproloquiare, ogni due per tre, di moderatismo e di liberal -liberismo  e accumulare un ritardo tragico verso gli eventi, non solo della storia, ma della stessa cronaca politica. In poche parole, una classe dirigente piu' che inutile. Assolutamente dannosa. A partire dal Leader maximo, quel Gianfranco Fini che e' stato talmente bravo da insidiare lo stesso Badoglio quale archetipo della personificazione del tradimento, bieco e disgustoso.  Ormai anche il suo nome  ne e' sinonimo, e per lui non ci sara'  redenzione, e tanto meno ritorno, ma i suoi colonnelli ,invece,  gia' scalpitano all'idea di nuovi reggimenti ai loro ordini, dimenticando che quei voti, che comunque An riusciva ad intercettare, erano farina del sacco di Fini e non certo dei loro.

Non paghi di quanto sono riusciti a combinare, infatti, eccoli qui, di nuovo riuniti a convegno. Intanto a fare progetti ma, nel loro intimo e nemmeno tanto segretamente, divorati dalla voglia di ricominciare, presentando al popolo di destra (ma che brutta parola) la nuova creatura in allestimento, rigorosamente roba loro, e le loro facce di bronzo. Magari prendendo in prestito le parole da Enzo Tortora: "Allora, dove eravamo rimasti ? "

Show must go on, e la politica e' oramai il piu'  grande e sfacciato dei teatrini. Con  tanto di primi attori, attor giovani, soubrette, starlette e tantì ballerini e  ballerine di fila. Un chorus line assolutamente deprimente.   Per tutta questa gente e per i loro schieramenti, non vi e' piu' un fine ultimo,  un impegno morale, uno scopo sociale. Fatta salva l'obbedienza cieca, rispettosa e assoluta ai voleri dei loro padroni, in UE e BCE, lo scopo di tutta questa gente e' uno solo: sopravvivere. Salvare la poltrona ad ogni costo,  e in nome del sacro comandamento della sopravvivenza si fa di tutto, si e' disponibili a fare ancora di piu', sempre di piu',  e si finisce, fatalmente, col perdere ogni connotazione civile, fino a perdere sfacciatamente anche quella dignita' senza la quale, in un paese minimamente normale, dovrebbe tramontare il sole su ogni prospettiva di "carriera". Chiamiamola pure cosi' che a loro piace.

Questo bel gruppetto, i Bocchino, i Ronchi, i Nania, i Menia, le Poli Bortone, i Briguglio, gli Alemanno, tutti reduci, specie l'ultimo, da rovesci elettorali che avrebbero annichilito un toro, cui si e' aggiunto uno Storace, che sta riuscendo a dissipare, in poche settimane ,quanto di buono aveva costruito, almeno a livello di immagine, negli ultimi anni, sognano di ricostituire l'allegra brigata del bel tempo che fu  e di  ricostruire la destra. E  qui sorge spontanea una domanda...ma benedetti figlioli, come ritenete possibile che proprio voi, che vi siete consegnati alla cronaca politica come i protagonisti di un'esperienza piu' che fallimentare, a tratti vergognosa, possiate  venire adesso a proporvi come i salvatori del mondo che voi stessi avete  distrutto ?  Cosa vi fa supporre di possedere  la fantasia per  riprendere a sognare e quella capacita' di inventare e parlare nuovi linguaggi, di riscoprire il mito, di coniugare l'Idea a nuove parole d'ordine e nuovi riferimenti ? Avete avuto in mano il partito per vent'anni e lo avete fatto a pezzi e distrutto. Cosa e' successo di nuovo adesso ? Siete diventati improvvisamente intelligenti, o lo eravate gia' prima ? E se cosi era, perche' non lo avete dimostrato ? Succubi di Fini o suoi complici nella distruzione sistematica della destra italiana ? 

Insomma, ci sono parecchie domande cui dovreste rispondere prima di farvi vedere di nuovo in giro, o magari rompere le scatole alla Meloni che qualcosa sta tentando di fare, ben consapevole che il vostro abbraccio significherebbe il  suo, inevitabile, certificato di morte. Insieme ad Andrea Ronchi la vedo malino la ragazza,  ma lei lo sa  e sa pure che non vi puo' vedere  piu' nessuno. E lo so anch'io che non vi puo' vedere piu' nessuno e siamo in tanti a saperlo. Lo sappiamo tutti, alla fine, che siete sputtanati, finiti e che, in molti posti, farebbero la fila per sputarvi in faccia, e forse lo sapete pure voi.  E' dunque il caso, allora, che prima di compiere mosse azzardate, vi schiariate un pochino le idee, proviate magari a chiedere cosa ne pensa la gente delle vostre facce di tolla  e magari  cominciate a valutare che potreste  fare altro nella vita. Dareste  cosi' un senso nuovo alla vostra esistenza, un nuovo inizio. Io credo nel riscatto dell' individuo e nella sua resurrezione morale, ma non e' detto che debba passare necessariamente dalla politica. Anzi. Ragazzi cari, di tutto c'e' bisogno a destra, meno che di voi. Sarebbe bene che lo capiste , ora, e non lasciaste agli elettori l'ingrato compito di spiegarvelo al prossimo giro. Elettoralmente, messi tutti insieme e sommati algebricamente, valete zero. Pensateci bene, prima che una risata vi seppellisca.

 

 

Condividi post

Repost 0