Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog

s marcoLa vicenda dei due maro'  rischia ormai di tracimare e di assumere i toni di un confronto a muso duro tra i militari ed il governo italiano.

Alti ufficiali delle tre armi manifestano ormai apertamente il loro vivo disappunto  e non mancano occasione per far rimarcare come nella vicenda il Governo italiano si sia mosso con una timidezza inconcepibile, calandosi le brache in maniera invereconda.

" Ma come si fa a consegnare due uomini ad una giurisdizione straniera, dove vige la pena di morte senza che sia stato esibito uno straccio di prova ? "

Nessuno si mette a polemizzare sullo status particolare, simile a quello dei diplomatici, che protegge i membri delle Forze Armate, e nemmeno sul fatto che la nave italiana si trovava al momento del fatto in acque internazionali.

Con molto buon senso e realismo gli ufficiali italiani si chiedono solo se sia giusto consegnare due ragazzi ad autorita' di un altro paese senza che  la richiesta sia stata accompagnata da prove a supporto. Non ci vuole molto per fare gli esami balistici in contraddittorio e stabilire se i colpi che hanno raggiunto i due sfortunati pescatori sono stati realmente esplosi dalle armi dei due Fanti di Marina ma nessuno fino ad ora ha preteso che cio' venga fatto ed ormai ha poco senso anche farlo. A questo punto gli indianoi possono manipolare qualunque prova. I due maro' rischiano la pena di morte e se qualcosa sovesse accadere loro si aprirebbe una frattura tra politica e Forze Armate in Italia impossibile da ricomporre, almeno con l' attuale Governo che pare avere ben scarsa conoscenza di come ci si comporta in simili occasioni. Abituato a dire di si alle Banche, alla Germania, alla Francia, agli Usa, ha pensato bene che fosse il caso di chinare il capo anche davanti alle assurde pretese indiane. E forse per questo ci lascera' le penne. 

Condividi post

Repost0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti: