Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog

Ci siamo dimenticati che Monti è il prodotto diretto del fatto che il nostro debito – improvvisamente e non si sa perché, visto che esisteva dagli anni ’70 – è esploso l’altro ieri. Vogliamo capire che cosa sta succedendo, o no? Perché è esploso il debito italiano e poco prima quello greco? Come si fa a non vedere che c’è qualcosa di anomalo dopo questa improvvisa esplosione? Tutto questo è accaduto negli ultimi due, tre anni. Noi viviamo in una situazione assolutamente anomala, in cui il debito mondiale è stato dilatato oltre le possibilità di sostenimento. La finanza occidentale ha creato una tale massa di denaro inesistente, che è 14-15 volte il prodotto interno lordo del mondo. E’ possibile reggere una situazione del genere con le regole che l’Europa si è data?

Prima i greci, poi gli italiani, poi toccherà a spagnoli, portoghesi e irlandesi, e quindi a tutti gli altri: è possibile imporre a interi popoli di Giulietto Chiesa approvvigionarsi di denaro attraverso un mercato finanziario internazionale che è completamente truffaldino? Chi ha prodotto questo debito, e come? E chi lo deve pagare, adesso? Questa è la vera questione: alla quale, mi par di capire, l’attuale capo del governo non ha nemmeno cominciato a rispondere. Monti è sostenuto da un Parlamento incapace di valutare, che non rappresenta più la maggioranza del paese: è un Parlamento di “nominati”, grazie alla legge elettorale “porcata”. Del programma di questo governo sappiamo già molto: si occuperà di eseguire le indicazioni impopolari di Trichet e Draghi. Un Parlamento screditato ci imporrà delle leggi esterne, una specie di direttorio europeo, e abbiamo un programma già espresso e dichiarato come anti-popolare.

Se si vuole tamponare l’emergenza, bisognerebbe dire subito: una parte di questo gigantesco debito italiano è dovuto al fatto che i ricchi non hanno mai pagato le tasse negli ultimi cinquant’anni. Un presidente che volesse risanare il paese dovrebbe dire innanzitutto, con molta chiarezza: adesso, quelli che non hanno pagato le tasse devono cominciare a pagarle. E la parte del debito che viene dalla speculazione internazionale come la risolviamo? Per esempio, suggerirei, la risolviamo come ha fatto la banca centrale svizzera, che sta decidendo in questi giorni (ne ha parlato il Mario Draghi “Financial Times”) di far dimagrire le due grandi banche nazionali, perché ha scoperto che stanno facendo i loro interessi e non quelli della Svizzera.

Abbiamo di fronte una decisione già pubblica: Ubs e Crédit Suisse sono messe sotto processo, di fatto, dalla banca centrale svizzera. Perché? Perché la banca centrale svizzera è indipendente e può prendere decisioni sovrane, mentre noi abbiamo una banca centrale italiana che non è più indipendente, non è neanche pubblica ma è privata, e siamo dipendenti dalla Banca Centrale Europea che funziona sulla base di regole che sono quelle del Trattato di Maastricht. Regole che impongono agli Stati, per finanziarsi, di fare ricorso al mercato finanziario internazionale. Cito Keynes e Galbraith: questa è la grande economia della truffa. Il mercato internazionale è una grande truffa ai danni dei popoli europei. E noi dobbiamo cambiare queste regole. Quando Mario Monti sentirò Monti dire qualcosa del genere, andrò ad applaudirlo.

Monti si troverà prestissimo di fronte a problemi che non potrà soverchiare. La grande questione che abbiamo di fronte è: pagare o non pagare il debito. Questa società in crisi non solo non ha prodotto efficienza né eguaglianza sociale, ma produce debito: siamo nelle mani di gruppi finanziari mondiali che hanno costruito un sistema che ha ingigantito il debito. Il debito – italiano e mondiale – ha proporzioni tali che non è più pagabile da nessuno. Adesso arriva il governo Monti, il quale applicherà le decisioni che vengono da quei centri di potere che hanno stabilito le regole. Siamo ormai in una situazione completamente diversa da quella del passato. Se guardiamo alla miserevole situazione del nostro paese, vediamo che dentro questo governo, questa grande maggioranza bulgara, ci sta ancoraBerlusconi, ci stanno ancora la destra e la sinistra che hanno creato una parte di questi problemi. E viene il misso dominico dall’esterno, che ci dice: dovete imporre al paese decisioni che costeranno lacrime e sangue perché dovete pagare il debito.

(Gulietto Chiesa, dichiarazioni rilasciate alla trasmissione “Agorà” del 21 novembre, RaiTre: video).

Tag(s) : #attualita'
Condividi post
Repost0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti: