Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog

…contro la Russia con il sostegno di Usa e Ue.

 Il gruppo musicale “LA FIGA RIOTTOSA ovvero PUSSY RIOT”  è stata condannata per blasfemia e diffamazione verso Putin a 2 anni di prigione ed IL MONDO mediatico  si mobilita all’unisono dimostrando di essere incredibilmente addestrato .

Questo potrebbe essere il titolo senza inglesismi, ipocrisie e piaggerie di un giornale degno di questo nome. Poi dovrebbero chiedersi chi sono veramente queste persone. Ma non vi è pericolo che ciò accada.

Questi che seguono sono i titoli primi, cubitali in prima pagina di quella sorta di abominio giornalistico che è Repubblica. Poco da meno sono gli altri giornali da toilette come La Stampa, che offre anche lei un’ampia carrellata di proteste da tutto il mondo, il Fatto, il Corriere, il Giornale, Libero di Belpietro e televisioni di ogni tipo. Tutti con lo stesso titolo o similare,  tutti con le stesse foto. Foraggiati, pardon, consigliati dalla stessa entità? E la ciliegina sulla torta del “Nadia la vuole Playboy”. Qui mi sono veramente emozionato ed ho trattenuto una lacrima di commozione. Io la proporrei per un premio Nobel  che so… della dissacrazione delle religioni come quello che fu dato a Dario Fo.. o aveva un’altra motivazione? Non ricordo.

Importante

Nadia  nella foto esibisce al mondo la sua appartenenza ad Otpor  con il pugno chiuso e tanto di maglietta. Optor è quell’organizzazione creata per sovvertire i governi democratici sostenuta da George Soros, con Freedom House e Open Society Institute, …Soros è quello delle Rivoluzioni Colorate o Colpi di Stato morbidi. Ricordiamo che Optor è riuscita a provocare il rovesciamento del legittimo  governo,  in Serbia, in Georgia, con l’imposizione del sionista guerrafondaio Mikhail Saakashvili, in Ucraina, in Kirghisia, in Egitto ed ha tentato anche in Russia. In Italia si fece conoscere come Movimento Viola contro Berlusconi. In America è il movimento Occupy Wall Street e più generalmente conosciuto ora come Occupy.

Il sionista Soros di origini ungheresi è noto per aver fatto collassare la Lira nel 1994 per poi comperare per se e per i suoi mandanti una larga parte del patrimonio mobiliare in borsa. Lavora per i Rotschild, per la Corona inglese ed è il sostenitore delle droghe libere. Come per la guerra dell’Oppio in Cina per capirci, ricordate?! Vi sembra che io stia esagerando? A me no.

Ora sta speculando sull’euro e sul dollaro. E’ ricercato dalla polizia americana FBI per insider trading e sul suo capo pende un mandato di cattura internazionale del Governo Russo. E l’idolo di Repubblica e tutto il Gruppo l’Espresso. E qui se avete capito il cerchio si chiude.

Io credo che gli organizzatori di questi eventi mediatici pensino che il popolo è più che idiota, anzi è rimbecillito fino all’osso ed irrecuperabile, vista la disinvolta arroganza con cui queste identità globaliste e criminali si fanno riconoscere.

Ma qui a Stampalibera siamo un pochino attenti a queste cose.   E tuttavia nessun altro per ora ne parla… che squallore!  

seguono i titoli di Repubblica: 

  La leader: “Comunque è vittoria”

Le tre cantanti punk, diventate il simbolo del dissenso contro Putin, condannate per teppismo e incitamento all’odio religioso. Proteste in tutta Europa dal nostro corrispondente NICOLA LOMBARDOZZI (videoLO SPECIALE

La notizia più importante in Europa oggi è questa quindinon quella magari in cui un autorevole organismo internazionale spiega che l’Italia si salva solo grazie al sommerso, mentre il ragionier Monti vuole lacrime e sangue e promette sfaceli proprio contro il sommerso. (Vedi articolo su il Giornale di oggi)

 Ovviamente le idiozie delle Fighe Riottose russe sono cose da prima pagina e allora giù tutti a difendere un trio di donne dalla condotta baldracchesca  che si è dato per l’appunto il nome inglese di Figa Riottosa. (Nei paesi non umiliati dalla Nato come la Polonia ad esempio, le chiamano senza mezzi termini zoccole) Ovviamente nessuno spiega la cosa del nome, altrimenti tutti comprenderebbero la farsa e relativa  identità delle poveracce. 

Oltretutto se una persona conserva un minimo di indipendenza mentale, scopre presto che in tutte queste finte proteste ci sono persone mascherate o fior di modelle che protestano contro il potere in una lingua che il potere non parla cioè l’Inglese. E allora contro chi protestano se usano una lingua straniera, o meglio sarebbe dire: “per conto di chi protestano?”  E’ successa la stessa cosa in tutte le proteste del mondo in cui poi sono arrivati i soldati esportatori di Democrazia della Nato, dall’Afghanistan all’Iraq, dalla Libia a Gaza, dalla Georgia alla Serbia al Kossovo… Come oggi in Siria ed Iran.

Ovviamente nessun giornale di regime si chiede chi ha imbastito questo avvenimento globale  e da chi sono pagate le tre poveracce (poveracce non economicamente s’intende dato che avranno un sostanzioso rimborso da chi le ha incaricate del lavoretto credo, visto il sorriso e l’allegria  al processo).

E’ il preludio di un nuovo attacco alla Russia di Putin, il nemico dell’Occidente, ovvero l’uomo responsabile di aver sottratto la Russia ai diabolici appetiti  dei multimiardari sionisti russi che hanno spogliato la nazione al tempo di Jeltsin, poi precipitosamente fuggiti e riparati in Gran Bretagna, a Londra, città coacervo di satanisti di mezzo mondo.. come abbiamo potuto notare nelle prime olimpiadi della storia  zeppe, ridondanti di simbologie massonico sataniste.

La grande operazione mediatita delle tre racchie è un ennesimo atto di disinformazione, depistaggio e denigrazione di una avversa parte politica, (il legittimo potere costituito in Russia) per la posizione non allineata ai governi fantoccio della Nato nella guerra di aggressione alla Siria. Guerra terroristica e criminale  preludio di quella programmata all’Iran, per aver modo di assediare definitivamente la Russia stessa.

Per amplificare l’evento si crea ora il caso di altre poveracce ucraine le Femen, al soldo dei soliti padroni dell’informazione.  La campagna contro la cristianità ortodossa è partita da un pò, ma sembra ora è sostenuta da tutti i governi occidentali corrotti al soldo del sionsatanismo.

Da La Stampa di Torino:

A seno nudo e armate di una motosega, due attiviste del gruppo femminista “Femen” hanno tagliato un monumento religioso nel centro di Kiev: una croce in memoria dei milioni di vittime dello stalinismo. Le “Femen”, note per le loro eclatanti proteste a seno nudo dal forte impatto mediatico, hanno dichiarato di aver tagliato la croce monumento in segno di solidarietà con le tre rocker della band “Pussy Riot” che rischiano una condanna fino a tre anni di reclusione per una preghiera punk anti Putin nella cattedrale di Mosca. Un gesto clamoroso destinato a suscitare clamore, ma anche indignazione, e non solo tra i fedeli.

Intanto in Italia i radicali, poveracci, candidano Tinto Brass alle prossime elezioni, che promette di parlare di culi. Non è bastata la baldraccata dell’elezione in parlamento di Ilona Staller in arte Cicciolina, di presunta fede ebraica e maestra nelle dimostrazioni dal vivo nelle discoteche italiane aperte ai minori, dell’uso del vibratore.

Pubblichiamo sotto l’articolo del Fatto Quotidiano che mi sembra  di miserevole e piaggente equilibrismo ipocritico.

Che Italia di merda!

La procura di Mosca ha chiesto una condanna pesante per la preghiera punk anti-Putin cantata in una cattedrale il 21 febbraio scorso da Nadejda Tolokonnikova, 22 anni, Ekaterina Samutsevich, 30 anni, e Maria Alekina, 24 anni. Sono in carcere dal 15 marzo scorso

pussyriot_interna nuova

Colpevoli di teppismo a sfondo religioso. E’ arrivata la sentenza per le tre ragazze dellaband russa Pussy Riot, contro le quali la procura di Mosca ha chiesto una condanna a tre anni di carcere per la preghiera punk anti-Putin cantata in una cattedrale il 21 febbraio scorso. Il giudice Marina Syrova, finita sotto scorta,  ha emesso il suo verdetto per Nadejda Tolokonnikova, 22 anni, Ekaterina Samutsevich, 30 anni, e Maria Alekina, 24 anni.  Secondo il magistrato le tre ragazze della banda punk, accusate di vandalismo e istigazione all’odio religioso, hanno “pianificato attentamente” l’azione. “Le imputate erano consapevoli della natura offensiva delle loro azioni e del loro aspetto – ha detto il magistrato- la loro intenzione era attirare l’attenzione del pubblico con una vasta risonanza, offendendo non soltanto i dipendenti della cattedrale ma anche l’intera società“. Il giudice ha negato che la sentenza di colpevolezza sia “un’azione politica”. “In chiesa – ha detto – sono risuonate solo offese alla Chiesa ortodossa”. Quella della band è stata una “provocazione” alla chiesa e ai fedeli, ha aggiunto il magistrato leggendo il verdetto in Aula. Per il magistrato la preghiera anti Putin è stata “Blasfema”

Le tre cantanti, in custodia da cinque mesi, rischiano fino a sette anni di carcere per i reati di teppismo e incitamento all’odio religioso. Anche se la procura ha chiesto una condanna a tre anni, tenuto conto del fatto che sono incensurate e perché due delle cantanti sono madri di bambini piccoli. La difesa  ha chiesto invece il rilascio. Il 21 febbraio scorso, incappucciate e con chitarre elettriche e amplificatori, cantarono una preghiera punk nella cattedrale di Cristo Salvatore chiedendo alla Madonna di cacciare dal potere il presidenteVladimir Putin. Le tre ragazze avevano chiesto scusa per aver urtato la sensibilità dei credenti anche se, lo scorso 30 luglio, si erano dichiarate innocenti.

Le autorità russe da questa mattina avevano rafforzato le misure di sicurezza attorno al tribunale. Barriere di acciaio sono state erette nelle strade attorno al tribunaleKhamovichesky e la polizia ha impedito l’accesso a pedoni e automobilisti. Più di dieci autobus i carichi di uomini dei reparti anti sommossa. Due delle Pussy Riot hanno figli piccoli e i loro avvocati hanno già chiesto di ottenerne la custodia legale in caso di condanna, per evitare che vengano dati in adozione ad altre famiglie.

“Qualunque sia il verdetto, noi e voi stiamo vincendo. Perché abbiamo imparato ad essere arrabbiati e a dirlo politicamente”  aveva detto Nadia prima della sentenza. In un lettera dal carcere per ringraziare i suoi sostenitori – la sesta da lei firmata, diffusa dagli avvocati della difesa e pubblicata nell’originale manoscritto sul sito della radio Eco di Mosca – la giovane, in detenzione preventiva dal 15 marzo, esprime sorpresa per la mobilitazione mondiale a sostegno del suo gruppo: “Trovo ancora difficile credere che tutto questo non è un sogno”. E la spiega così: “La nostra detenzione è un segno chiaro e distinto che la libertà è stata sottratta a tutto il paese”. A suo avviso, la Russia soffre di un “male politico”: la minaccia è “la distruzione della libertà e delle forze di emancipazione del paese”. Poi si richiama al femminismo professato dalla band: “Il privato – è politico. E il nostro caso ha dimostrato come i problemi particolari di tre persone accusate di condotta disordinata, possano dare vita ad un movimento politico. Un caso particolare direpressione e persecuzione su chi ha osato prendere la parola in un paese autoritario, ha fomentato il mondo: attivisti, punk, pop star e membri di governi, comici e ambientalisti, femministe e maschilisti, teologi islamici e cristiani, pregano per le Pussy Riot”. Infine un riferimento alla filosofia studiata all’università da Nadia: “Kant avrebbe detto che non vede altre ragioni di questo miracolo, se non i principi morali dell’umanità. Grazie per il miracolo”. In difesa delle tre ragazze hanno firmato un appello diverse rock band e artisti;  Who,Franz Ferdinand, Red Hot Chili Peppers, Sting, Paul Mc Cartney e Madonna. Proprio la Ciccone era stata insultata pesantemente dal vice premier russo che l’aveva definita “vecchia baldracca”. Intanto due dei più noti oppositori russi, Sergei Udaltsov e l’ex campione di scacchi Gary Kasparov, sono fra le persone arrestate mentre protestavano davanti al tribunale di Mosca.

PS. Come per Al Qaeda ovvero La Tavoletta, intesa come Tavoletta del cesso, anche Pussy Riot /Figa Riottosa è un titolo burlesco, un modo dei soliti noti satanisti di prendersi gioco dei creduloni, siano essi di fede cristiana, mussulmana, indù o altro. Basti questo per capire a che livello siamo di succube sottomissione ai vertici internazionali dell’informazione di regime. Quello basato a Londra intendo.

 

ASCA > Attualità

Ed ecco una carrellata di IDIOZIE DEI GOVERNI LECCHINI sparate dalle Agenzie di Stampa Serva.

Russia: Francia e Gb, sentenza Pussy Riot sproporzionata

Russia: Francia e Gran Bretagna, sentenza Pussy Riot sproporzionata

17 Agosto 2012 – 19:28

(ASCA-AFP) – Parigi, 17 ago – ”Sproporzionata”. Cosi’ la Francia ha commentato la sentenza del tribunale di Mosca nei confronti delle tre cantanti della band punk Pussy Riot condannate a due anni di reclusione.

”Il verdetto e’ particolarmente sproporzionato condiderando le accuse” che pesano sulle tre ragazze, ha spiegato il portavoce del ministero degli Esteri francese Vincent Floreani. Dello stesso avviso anche il ministro degli Esteri britannico Alistair Burt che ha definito ”sproporzionato” il verdetto nei confronti delle tre artiste.

Russia: Merkel condanna sentenza Pussy Riot, ”eccessiva”

17 Agosto 2012 – 19:19

(ASCA-AFP) – Berlino, 17 ago – ”Eccessiva”. Cosi’ la cancelliera tedesca Angela Merkel ha commentato la sentenza del tribunale di Mosca nei confronti delle tre cantanti della band punk Pussy Riot condannate a due anni di reclusione.

”La sentenza truppo severa ed eccessiva non e’ in linea con i valori della legge europea e della democrazia sottoscritti dalla Russia in qualita’ di membro del Consiglio d’Europa”, ha dichiarato la Merkel.

Russia: Consiglio d'Europa, sgomento per verdetto Pussy Riot

Fantastico vedere la marcia degli incapucciati a mò di demoni, invocare: Fighe in rivolta libere (o riottose) ma si può tradurre anche Fighe in rivolta gratis… come sappiamo gli anglofoni non sono tanto sofisticati nei concetti.  Troppo allucinante non trovate? Notare che i cartelli sono di quell’associazione a delinquere  rispondente al nome di Amnesty International, che evidentemente non si interessa dei rapimenti dei giornalisti siriani e tantomeno dei delitti perpetrati dai loro sostenitori terroristi in Iraq che producono  decine di morti ogni giorno…

Russia: Consiglio d’Europa, sgomento per verdetto Pussy Riot

Questi poveri di spirito non hanno sgomento peri 36 minatori trucidati dalla polizia in Sudafrica o le centinaia di morti ad opera dei terroristi tagliagole sostenuti dalla Nella in Siria, ma hanno sgomento del fatto che delle zoccole che hanno pianificato per bene un piano di diffamazione verso Putin ed un pò di blasfemia contro i fedeli ortodossi, si prendano 2 anni di carcere.

17 Agosto 2012 – 17:58

(ASCA-AFP) – Strasburgo, 17 ago – Il presidente dell’Assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa, Jean-Claude Mignon, ha accolto con ”sgomento” il verdetto nei confronti delle tre musiciste della band punk russa Pussy Riot, condannate a due anni di carcere per aver cantato una ”preghiera” di protesta contro il presidente Vladimir Putin nella cattedrale moscovita di Cristo Salvatore.

”In una democrazia il diritto alla liberta’ di espressione puo’ essere subordinato a delle condizioni volte a tutelare la morale e i diritti altrui. Ma le sanzioni devono essere proporzionate alla gravita’ dell’atto commesso”, ha detto Mignon.

”Secondo gli standard del Consiglio d’Europa, una pena detentiva di due anni per un simile comportamento e’ chiaramente sproporzionata”, ha aggiunto.

Russia: Usa, riconsiderare sentenza Pussy Riot

17 Agosto 2012 – 18:27

(ASCA-AFP) – Washington, 17 ago – Gli Stati Uniti hanno lanciato un appello alla Russia affinche’ riconsideri la condanna a due anni nei confronti delle tre cantanti della band punk russa Pussy Riot sottolineando come sia stata ”sproporzionata” la sentenza del tribunale.

”Chiediamo alle autorita’ russe di riconsiderare il caso e di garantire che la liberta’ d’espressione venga rispettata”, ha detto la portavoce del Dipartimento di Stato Usa, Victoria Nuland.

Restiamo in attesa di un personaggio che prenda la difesa delle pulzelle che so… un Travaglio (in fondo Putin è amico di Berlusconi) o un Saviano, oppure  qualche nuovo utile idiota di Regime.

Magari aggiorniamo l’articolo.

Aggiornamento sabato 18

Siria: Russia denuncia assalto attivisti ambasciata a Londra

18 AGO 2012
(AGI) Londra – L’ambasciata di Russia a Londra ha denunciato l’assalto che durante la note avrebbero compiuto contro la rappresentanza diplomatica un imprecisato numero di attivisti siriani, i quali intendevano cosi’ protestare per il sostegno del Cremlino al regime di Bashar al-Assad. Un portavoce della legazione ha inoltre denunciato la mancata prevenzione da parte della polizia britannica, che anche una volta intervenuta “non ha preso provvedimenti per bloccare la manifestazione non autorizzata ne’ per arrestare gli assalitori” .

 77 4 1 95

    12 Voti

    34 Commenti a “SIAMO A PUTTANE! Parte da OTPOR un’altro tentativo di Rivoluzione Colorata…”

    • claudio:

      e’ bellissimo veder tradotta la parola “riot” con “riottosa”, un termine che neppure i bimbiminchia avrebbero il coraggio di coniare.
      che abbiano davvero tanta paura della parola “RIVOLTA” ?

    • archimede:

      ..e nessun zozzone o baldracca che lavorano nei media ha scritto una riga sul rapimento dei giornalisti Siriani la settimana scorsa, e pensare che sono loro colleghi, nessuna riga di cordoglio per il giornalista ucciso subito dopo il rapimento con 60 colpi a bruciapelo, mentre la Giornalista e il suo collega sono stati liberati in un’azione delle forze di sicurezza siriane, per tre schifose “Kurva” figlie del satanismo alla” Madonna italiana” hanno mobilitato tutta la cartastraccia globale, chiaro no…..Putin è il malvagio, dimenticando che durante le manifestazioni pacifiche in America e Canada sono state usate pallottole vere e ad altezza di uomo, persone sbattute in galera e da un anno non possono decidere che avvocato prendere perchè anche loro si trovano sotto pressione della Magistratura , Canada e America…mica siamo in in Cina, Sud africa , 30 minatori uccisi dalla polizia, cosa scrivono i pezzenti Europei? ..legittima difesa , Germania: il tribunale costituzionale da via libera all’esercito di poter intervenire in caso di dimostrazioni di massa nelle città, la Merkel lo ha chiesto e lo ha ottenuto……mica siamo in Cina, ..cari connazionali prepariamoci agli arresti di massa in Europa, ..bella la notizia delle fighe riottose mentre i capoccia decidono di applicare la dittatura con la forza in Europa e USA-

      FONTE: LINO BOTTARO - STAMPA LIBERA
    Condividi post
    Repost0
    Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti: