Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

berlusconi ridedi Gianni Fraschetti -

 

La sceneggiata napoletana e' un genere di rappresentazione popolare che alterna il canto con la recitazione ed il melologo drammatico. I canoni entro cui la sceneggiata si muove sono molto ben definiti, l' onore, il tradimento, l' amore...la malavita.. e sono ottimamente sintetizzati nel trinomio dei protagonisti.

Isso, il protagonista, l' eroe positivo,  issa, l' eroina e o' malamente, il cattivo, l' elemento di negativita'.

Non mancano nel dipanarsi delle vicende accenni alla realta' sociale nella quale sono immersi gli interpreti.

La sceneggiata napoletana ha la peculiarita' di suscitare un profondo coinvolgimento emotivo degli spettatori che in epoche non tanto remote sono arrivati ad esplodere colpi di pistola nei teatri e ad aggredire fisicamente l' attore che interpretava o' malamente.

Ma cosa c'entra, vi chiederete, la sceneggiata napoletana con l' annunciata ri-discesa in campo del cavaliere e soprattutto come si fa a parlare di scneggiate in un contesto disastarto come il nostro, con lo Spread che vola verso i 500 punti, la borsa allo sbando e Moody's che ci ha appena omaggiati del taglio di due notch ?

C' entra, c'entra,,,date retta a me che c'entra, eccome se c'entra.

Ormai il Cavaliere e' stato totalmente conquistato alla causa neoliberista. Inizialmente, non sappiamo se con le buone o, piu' presumibilmente con le cattive, l' uomo e' stato costretto prima a dimettersi e poi a lasciare la sua comoda poltrona al Professore di Varese ma successivamente si e' fatalmente arrivati ad un accordo complessivo  che ha dovuto necessariamente soddisfare talune esigenze dell Scaramacai di Arcore. 

Esigenze di carattere aziendale ed urgenze di carattere giudiziario sono state "aggiustate" con sua grande soddisfazione ed in cambio B ha accettato di ascendere al ruolo di padre nobile del PDL  e di defilarsi quindi dalle dinamiche quotidiane della politica. Ma si sa che il diavolo fa le pentole ma non i coperchi e quindi tutti i progetti dei padroni del vapore sono andati bellamente a farsi fottere di fronte alla velocita'  assunta dalle vicende italiane, europee e mondiali.

Sbagliamo a credere che questi mascalzoni controllino tutto. Non e' cosi', non e' affatto cosi' visto che gran parte di quanto vediamo accadere e'  il giusto effetto di una catena di errori in sequenza. E dunque possiamo dire che  Mario il cazzaro, la bella  e sadica figheira  e tutto il resto della allegra brigata al governo, non ne hanno azzeccata una da quando hanno posto i deretani sulle poltrone. Con buona pace di Napolitano, loro mentore e di Casini, promosso ormai ufficialmente a giullare della loro corte.

Tante ne hanno fatte che il Movimento 5 Stelle, una fuffa che avrebbe fatto sbellicare dal ridere in altri momenti, sta crescendo fino ad insidiare il ruolo di primo partito ai due storici rassemblement  contrapposti e che persino la Confindustria, per bocca del suo Presidente Squeri, ha preso le distanze da quella che non ha esitato a definire...macelleria sociale. Ed infine, dulcis ( si fa per dire ) in fundo, dopo mesi di logorroico e contraddittorio delirio da parte del cazzaro di Varese ( i poteri forti non esistono...i poteri forti mi hanno abbandonato, che     rimane ancora la piu' esilarante ) puntuale oggi e' giunto il declassamento di Moody's con il taglio di ben due notch. Da  A3 ( che gia' faceva cagare coloro che ci fanno caso ) a Baa2 ( robetta da terzo mondo ). E cio' dopo le salva italia, i proclami, i trionfi putativi, i deliri di onnipotenza ed una spremitura esattiva degli italiani che non ha precedenti.

Insomma Mario il cazzaro ci ha portato al capolinea con la velocita' del lampo, una velocita' che non era stata prevista dai sagaci ideatori dell' italian way che immediatamente sono corsi ai ripari e cosa c'era di meglio che riproporre al popolo italiano la sceneggiata napoletana che tanto li ha divertiti negli ultimi 20 anni ?

Nulla ....si devono essere risposti ed ecco quindi il cavaliere, tirato a nuovo e lucidato come nelle migliori occasioni dare al popolo il fatale annuncio " Ghe pens mi ".

Una ola di frenetica felicita' ha attraversato le redazioni di Servizio Pubblico, Ballaro', l' Infedele e loro cloni ed imitatori. Travaglio e santoro quasi non credevano ai loro sensi....Si torna finalmente in affari, dopo mesi passati a languire senza un perche' che giustificasse la loro esistenza in vita. Certo avrebbero potuto sfruttarli per cominciare a dire la verita' ma cribbio ( direbbe il Cav ) ....non si sputa nella ciotola dove si mangia e soprattutto il padrone non va nemmeno nominato.....

Gli italiani stranno gia' velocemente prendendo posizione in campo....berluscones da una parte ed anti berluscones dall' altra. Uno schema di gioco che conoscono perfettamente, che li ha deliziati per tanto tempo e che fara' loro dimenticare la tragedia in atto e l' abisso nel quale stiamo sprofondando e chissenefrega dello spread, di Moody's, della macelleria sociale, del 40% di giovani disoccupati, di una generazione che abbiamo gia' bruciato e delle altre che sono a rischio di fare la stessa fine.

Non ce ne frega un cazzo ! 

Torna il cavaliere, con le mignotte, il bunga bunga, la boccassini, il processo Mills, Ruby rubacuori e tutte le altre magiche storie che ci hanno accompagnato in questi lunghi ed interminabili anni

La vita ha finalmente  di nuovo un senso e chissa' che non ci facciano un regalo meraviglioso e non torni pure Prodi. A pensarci bene le vera sceneggiata sono loro due, un isso e o' malamente intercambiabili e perfetti. Dopo Mario Monti e' quel che ci vuole per accompagnare il funerale.

Condividi post

Repost 0