Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

iodi Gianni Fraschetti

 

Arrivati a questo punto sarebbe necessario da parte di tutti  porsi delle domande. Perché mai una banca deve avere un consiglio di amministrazione dove i consiglieri sono eletti da un sindaco ? Che cosa ne sa un sindaco di tecnica bancaria ? Quali sono le responsabilità del consiglio comunale? La scelta dei candidati è pubblica? E’ votata dall’intero consiglio comunale? Perché la curia vaticana deve fornire dei consiglieri di amministrazione? Non è forse l’Italia uno stato laico? Perché mai viene dato per scontato , come se fossero stati eletti, che a Siena, nel cuore della regione Toscana, le logge massoniche locali hanno addirittura la posizione ufficiale e riconosciuta di veri e propri committenti che forniscono i nomi dei consiglieri per andare a occupare dei posti nell’amministrazione di una banca accanto a dei nominati dal sindaco? Quali sono i rapporti tra i consiglieri eletti e il territorio ? Come è possibile che una fondazione di tal fatta non paghi tasse ma nel suo bilancio ufficiale, nella sezione relativa alla cosiddetta “beneficenza nel territorio” (da cui l’esenzione dalle tasse) si trovano sponsorizzazioni annuali a pioggia dell’ordine di centinaia di milioni di euro a favore del sistema di potere di un Partito. Un sistema fatto di onlus, cooperative, piccole società editoriali e mediatiche che in teoria si sarebbero dovute occupare della diffusione della cultura e che non hanno mai fornito uno straccio di fattura? Com’è possibile che una banca partitico-massonica-curiale (per statuto) abbia goduto, in extremis, lo scorso dicembre, di un ennesimo finanziamento da parte dello Stato dell’ordine di 3,9 miliardi di euro senza che sia stata richiesta nessuna garanzia? Avete capito bene. Senza nessuna garanzia e adesso ci venissero a dire che e' un finanziamento oneroso. Un finanziamento senza nessuna prospettiva di rimborso. Ecco cosa e' e queste sono le domande che i cittadini elettori dovrebbero porsi pretendendo delle risposte adeguate. Ed e’ su questo che si gioca la partita della campagna elettorale, non sui programmi. Per loro, per i partiti di centrosinistra, ciò che conta è garantirsi un numero di deputati e senatori eletti che garantiranno la prosecuzione di un simile stato di cose. Uno stato di cose, quello del Monte dei Paschi,che non ha riscontro alcuno in nessun'altra istituzione italiana. Chi  dichiara dunque  di rappresentare i cittadini (e non gli interessi di bassa clientela omertosa) deve impegnarsi a chiedere immediatamente  al nuovo governo l’abolizione delle fondazioni bancarie, la  trasparenza dei bilanci e il divieto di investire i soldi dei correntisti in derivati finanziari senza prima averli informati per avere il loro consenso. Bisogna ritornare alla vecchia suddivisione tra Istituti di credito ordinario ed Istituti di credito speciale perche' non e' possibile che il risparmio di un popolo finisca dentro questa cloaca massima che e' il sistema bancario odierno. Nessuno è in grado di fornire inoppugnabile documentazione bancaria relativa alla reale quota di investimenti delle prime cento banche italiane. Tradotto in termini sintetici vuol dire che in Italia le banche private non sono tenute a spiegare a nessuno come e dove e quando operano sul mercato e il loro management è composto da esponenti della politica e non da esperti tecnici in meccanismi finanziari bancari. Quando hanno bisogno di soldi in contanti li chiedono allo stato che paga passivamente. E così che il  Monte dei Paschi di Siena si è presa  i soldi dell’Imu. Per tappare i buchi drammatici causati dal management espresso dal PD e dai suoi sodali. Il comportamento di questa gentaglia  è indice di una idea a-etica dell’esistenza, basata sull'osceno principio per cui se qualcosa  di truffaldino riesce e va in porto  allora è giusto. E’ la base strutturale della mancanza dello Stato di Diritto e della mancanza di valori e di principi ideali. L’atteggiamento etico, invece, comporta l’idea di muoversi per eventi, idee, azioni che si sa dentro di sé, con certezza, che sono giusti.  Gli assoluti morali. E ci si batte per quelli. Il Monte dei Paschi di Siena appartiene a un’Europa degradata che sta crollando. Sono sempre stato un europeista convinto. Mi sento europeo e sono orgoglioso di esserlo, profondo sostenitore degli Stati Uniti d’Europa, di una Nazione composta da decine di Patrie che si fondono fino a divenire Patria essa stessa, perché considero l’Europa un continente che ha prodotto nei secoli una immensa tradizione  cui attingere nei momenti disperati come questo. Sono quindi europeista, la Destra e' europeista ma non e' certo  questa l'Europa che vogliamo. La grande truffa degli oligarchi reazionari, il grande equivoco creato dalla finanza apolide, consiste nell’aver inventato uno scontro tra europeisti e non europeisti, istigando in maniera perversa  l'opinione pubblica  a pensare che la BCE e il sistema bancario attuale “sia l’Europa”. Non è così. “Ce lo chiede l’Europa” è un mantra che va strappato dalla bocca di Mario Monti e noi abbiamo il dovere di riappropriarci di questo termine, coniugandolo con l’idea Etica che ha fatto grande questo continente. L’Europa delle Patrie e degli uomini liberi. Quella vera. Quella che funziona in modo equo, che si occupa delle esistenze e dei diritti civili, del lavoro e dell’istruzione, della diffusione di cultura e dell’investimento produttivo. La parte vera dell’Europa che nell’attuale parlamento italiano non ha avuto diritto di cittadinanza e quindi voce. Ricordiamocelo tra meno di un mese, quando saremo chiamati a scegliere. Ricordiamoci anche del Monte dei Paschi di Siena e di chi c'e' dietro.

 

Condividi post

Repost 0