Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

asmussen bce

L’Italia è sulla crisi del baratro economico? Poco ci manca secondo il direttore generale della BCE, che in un’intervista all’edizione tedesca del Wall Street Journal ha dichiarato: “L’Italia è sull’orlo del collasso economico e in Europa si pensa ad una riduzione del debito pubblico e del costo del lavoro interno in forme “quasi militari”.

Il caos politico che si è generato in Italia sicuramente tende a far perdere di vista la situazione, tenendo lontano dall’opinione pubblica quali siano i reali problemi che attanagliano il nostro Paese. Il punto è uno solo: la  situazione economica italiana, la quale non è per niente rosea, anzi. La cura Monti non è servita a nulla perchè l’economia italiana è tornata dove era in occasione dell’avvento del governo dei tecnici: sull’orlo del crack.

Lo scrive l’edizione tedesca del Wall Street Journal che ha intervistato il tedesco Asmussen direttore della Bce, il quale ha affermato: “L’Italia è troppo grande per essere salvata dall’esterno” ciò significa che con un Italia a rischio di collasso economico, l’Europa non ha nessuno intenzione di iniettare risorse nel nostro sistema e, poiché, lo stesso Asmussen afferma che “l’Italia è strategica per l’Europa” è facile immaginare l’unica soluzione possibile: l’Italia deve salvarsi con risorse da trovare al proprio interno. In poche parole, ce la dobbiamo sbrigare da soli. Già…peccato che per farlo occorrerebbe un governo solido, valido, con ministri capaci e per capaci si intende non dare lo ius soli ai clandestini illegali, come se questo fosse.

L’unico, grande problema dell’Italia. E se l’opinione di Asmussen non sarà isolata, per l'Italia si preannuncia un periodo, lungo chissà quanto, di lacrime e sangue. Se l’orientamento delle cancellerie europee si prospetta un unica strategia politica che preveda una drammatica riduzione del debito e del “costo” del lavoro in forma di fatto militare facendola pagare salatissima a più di mezzo paese, quello che si è visto finora in Italia è niente rispetto a quello che potrebbe succedere in un futuro più prossimo di quanto si immagini.


Fonte: www.net1news.org

Condividi post

Repost 0