Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Marino, l'onestuomo, quello che duplicava i rimborsi spese della Università di Pittsburgh, va a cena con la moglie e si fa rimborsare dal Comune di Roma. L'oste non ha dubbi. Era lui ed era in compagnia solo della moglie.

(Informare) - E' un destino dannato quello che lega il nome di Ignazio Marino a storiacce brutte di rimborsi spese duplicati, taroccati o comunque percepiti ma non dovuti. Dopo la meschina figura fatta con l'Università di Pittsburgh, che gli costò anche il posto di lavoro - si dimise ma...- eccolo che ci ricasca anche da Sindaco. Diverse cene, "spese pazze", banchetti innaffiati da costose bottiglie di vino e pagate con soldi pubblici (tanto che la procura, ora indaga). Una bella cenetta (per ora) con la moglie, al ristorante Taverna degli amici, portata poi a rimborso come cena con un rappresentante della Wolrd health organization, ma gli è andata male. L'oste del ristorante lo ha smentito senza la minima esitazione.

"Sì, era a cena con sua moglie", spiega Maurizio, il proprietario della Taverna degli amici, il ristorante in piazza Margana, a pochi passi dal Campidoglio. Il ristoratore ricorda perfettamente quella sera e in particolare il vino bevuto dal sindaco, un bianco del Friuli: "Il 27 luglio 2013? Con la moglie. Era con la moglie, come no... Marino è venuto qui una sola volta. Mi ricordo pure quello che ha preso. Il vino mi ricordo. Una bottiglia da 55 euro. Era un Vintage tunina di Jermann...".

Ma è mai possibile che un soggetto del genere amministri la Capitale d'Italia. Roma, la Città Eterna, nelle mani di un quaquaraqua.

Condividi post

Repost 0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti: