Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Unicredit, nei prossimi tre anni 18.200 dipendenti tagliati, 6.900 in Italia. Chiuse 800 filiali

(Informare) - Qualcuno pensa che la più grossa catastrofe bancaria in Italia, alla fine sarà Il Monte dei Paschi di Siena. Si sbaglia. Il nuovo piano di Unicredit al 2018 prevede 18.200 tagli di personale contro i 10-12mila ventilati nelle scorse settimane. Il dato, che in termini percentuali significa una decurtazione del 14% della forza lavoro del 2014, include gli effetti della vendita della controllata in Ucraina e della joint venture con Pioneer. La diminuzione degli occupati si realizzerà sia nei corporate centres (-17% sul 2014) sia nelle banche commerciali di Italia, Germania e Austria e nell’Europa Centro Orientale (-9% sul 2014). In particolare i dipendenti italiani tagliati saranno ben 6.900, 5.800 dall’area retail e 1.100 dai centri direzionali. In Germania usciranno solo 2.900 persone e in Austria 800. Negli altri Paesi dell’Europa centrale il taglio sarà invece di 1.500 dipendenti. E così nel 2018 la forza lavoro globale della banca milanese ammonterà a 110.800 posti a tempo pieno. Mentre le filiali chiuse in Italia, Germania e Austria saranno 800. Accanto ai tagli, il gruppo prevede misure di contenimento dei costi per un controvalore complessivo dei risparmi di 1,6 miliardi: i costi per il personale si ridurranno di 800 milioni e le altre spese amministrative di altri 800 milioni. Un massacro sociale che porterà alla salvezza o al bail-in?

Condividi post

Repost 0